menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Il senatore del Pd, Leonardo Grimani

Il senatore del Pd, Leonardo Grimani

Ast, Grimani: "E' ora che il Governo alzi la voce con Tk"

Il senatore del Pd commenta il piano industriale annunciato dai vertici delle acciaierie: "Troppo al ribasso se è vero che viale Brin si considera strategico"

"E' ora che il Governo alzi la voce e chieda alla Thyssenkrupp chiarezza sui progetti e sugli investimenti, per evitare che un mercato da sempre strategico non solo per Terni ma per l’intera economia italiana, come quello siderurgico, vada disperso". E' l'invito che arriva dal senatore del Pd e segretario comunale dei Dem ternani, Leonardo Grimani, che si dice "preoccupato e perplesso" per il piano industriale presentato nei giorni scorsi da Ast ai sindacati.

"Se come annunciato dalla stessa Thyssenkrupp - dice - il sito ternano è tornato ad essere ‘core business’ della multinazionale, è difficile comprendere un piano di investimenti al ribasso, su scala biennale e non quadriennale e ulteriori sacrifici che vengono chiesti ai lavoratori, sia in termini di straordinari, sia per quanto concerne l’uscita di circa 70 lavoratori. La concorrenza che arriva dall’Asia, in particolare dall’Indonesia per il laminato freddo - prosegue - non giustifica un calo dei volumi di produzione: si è preferito  prendere atto della situazione piuttosto che affrontare la concorrenza rendendo migliore e più attrattiva per il mercato la produzione".

"Di fronte a questa situazione, che rischia di svilire e ridimensionare il ruolo dello stabilimento ternano, destinato ad un futuro incerto una volta che sarà completata la divisione di Tk nella due sezioni Industrials e Materials - aggiunge - risulta ancora più assordante il silenzio del Governo ed in particolare di un ministro dello Sviluppo Economico che a parole dicono di voler tutelare l’Italia e le sue eccellenze ma nei fatti sono invece esclusivamente preoccupati di garantire, come nella miglior tradizione di quella prima Repubblica che dicono di voler superare, il proprio bacino elettorale, come la vicenda del maxi condono per le case di Ischia insegna".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento