Addio botteghe, a Terni chiude i battenti un artigiano ogni tre giorni

Mille aziende in meno rispetto al 2009, tengono le imprese femminili ed è boom tra gli stranieri: commercio ed edilizia i settori che parlano sempre meno italiano

Non è una città per artigiani. A Terni negli ultimi dieci anni hanno chiuso i battenti mille “botteghe”. Addio ad idraulici, falegnami, elettricisti che, nel 2009, erano 5.459.

Il dato, contenuto all’interno del dossier sull’economia ternana elaborato dalla Camera di commercio, rientra nella più ampia analisi sul sistema delle imprese del territorio.

Al 30 settembre 2019 (sono gli ultimi dati aggiornati disponibili nel Registro imprese) le imprese registrate in provincia sono 21.889, se si considerano anche le unità locali. Il numero complessivo delle imprese è pari a 27.007 unità, quelle artigiane sono il 20,92% del totale. “In dieci anni, dal 2009 – rileva il dossier - il settore artigiano ha perso quasi mille imprese”. In pratica, cento serrande abbassate ogni anno, quasi una ogni tre giorni.

Sono stati invece anni di “tenuta” quelli dal 2009 al 2019 per le imprese a guida femminile. Il numero totale delle imprese registrate si è infatti mantenuto costante: erano 5.892 al terzo trimestre 2009, sono 5.806 al 2019. “In dieci anni non si è modificato il dna dell’impresa femminile che investe soprattutto nell’agricoltura e nel commercio. Questi due settori rappresentano infatti i due settori largamente più rappresentativi dove si concentra oltre il 50% dell’universo dell’impresa femminile”.

In direzione contraria va invece il trend che interessa gli imprenditori stranieri, sia Ue che extra Ue, che sono 2.583 al terzo trimestre 2019 ed erano 1.811 solo dieci anni fa. Commercio e costruzioni sono i settori che tra il 2009 e il 2019 hanno rappresentato una opportunità di occupazione per gli stranieri.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Nel 2009 erano 314 gli stranieri attivi nelle costruzioni, saliti a 539 al terzo trimestre 2019. Erano 408 operanti nel commercio all’ingrosso e al dettaglio dieci anni fa, raggiungono quota 738 al 30 settembre 2019.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento