Inflazione, stangata sui ternani: conto da 337 euro in più in un anno

La classifica dell’Unione nazionale consumatori: la città dell’acciaio è la più cara dell’Umbria. Tutti i dati

L’inflazione nel 2018 è costata ai ternani 337 euro in più. Questo il dato che emerge scorrendo la classifica stilata dall’Unione nazionale consumatori sulla base dell’evoluzione rilevata dall’Istat lo scorso anno per i prezzi dei beni di consumo.

Secondo Unc, con un aumento dell’inflazione dell’1,5% (pari ossia a 337 euro in più) Terni ha restituito un incremento dei prezzi più alto di quello fatto registrare a Perugia.

Per quanto riguarda il resto d’Italia, la città più cara del Belpaese nel 2018 è stata Bolzano dove l’inflazione è “schizzata” dell’1,8% con un aumento dei prezzi dei beni di consumo da 632 euro. Al secondo posto si piazza Reggio Emilia che, con un incremento dei prezzi pari all’1,8%, registra una spesa annua supplementare di 505 euro. Terza Forlì/Cesena, dove l’inflazione dell’1,7% implica un’impennata del costo della vita pari a 477 euro.

Scorrendo ancora la classifica, troviamo Ravenna (+1,6% di inflazione e una spesa annua incrementata di 449 euro).

Le tre città con i minori rincari del 2018 sono Potenza (+0,3% e un aggravio annuo di spesa di 63 euro) Ancona (+0,4% e +87 euro) e Caltanissetta (+0,6%, con un aumento del costo della vita pari, nel 2018 a 117 euro).

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento