rotate-mobile
Sabato, 3 Dicembre 2022
Economia

Dossier pensioni | Governo Meloni aumenta le pensioni di 370mila umbri. Ecco le cifre in base agli scaglioni. Esulta FederAnziani

"Una boccata di ossigeno", così la Federazione delle associazioni della terza età sugli aumenti stabiliti dal ministro Giorgetti

Sono intorno alle 370 mila unità gli umbri che ricevono una pensione (da lavoro o anzianità) su una popolazione di 865mila abitanti (in continuo calo). Una popolazione di anziani che vive con una media di 822 euro al mese, praticamente la metà si stima di quando erano forza lavoratrice soprattutto nel sistema privato. Un assegno mensile al di sotto della media nazionale: 924 euro al mese. Con il caro energia e metano la pensione, già da fame, rischia di far saltare l'equilibrio precario economico di molti pensionati che passano per gran parte della loro vita in casa, consumando maggiormente energia e riscaldamento. Si stima, secondo la caritas, che coloro che non possono usufruire dei risparmi, 2 anziani su 10 si rivolgono alle strutture di sostegno della Chiesa proprio per pagare le bollette, prima ancona delle medicine.

E questo accadeva prima dell'inverno freddo che stiamo iniziando a vivere. Ed è per questo che una delle prime decisioni prese dal Governo Meloni, quella dell'aumento delle pensioni, è stata vista positivamente e può in parte aiutare i nostri pensionati e quelli del resto del Paese. "Una boccata di ossigeno": è stata definita dalla Federazione delle associazioni della terza età gli aumenti stabiliti dal Ministro Giorgetti (Lega) che entreranno in vigore dal 1 gennaio del 2023: + 7,3% medio. Una percentuale importante, che rispetto alle esigue pensioni, rappresenterà nel totale dell’anno quasi una mensilità in più, una quattordicesima seppur di poche centinaia di euro rispetto a quelle dei lavoratori in attività. “Oltre che essere un buon inizio” dichiara Roberto Messina Presidente di Senior Italia FederAnziani, “è la dimostrazione che quando un Governo ci mette seriamente la testa oltre l’impegno, riesce in poco tempo a prendersi cura anche degli over 65. La parte della nostra popolazione più fragile che ha fatto grande questa Nazione”.

Ecco lo schema degli aumenti per scaglioni: le pensioni di € 525 passeranno a € 563, con un incremento mensile di 38 euro nel 2023 per un totale di 494 € in più; le pensioni di € 722, passeranno a € 761, con un incremento mensile di 39 euro nel 2023 per un totale di 507 € in più; le pensioni di € 898, passeranno a € 950, con un incremento mensile di 52 euro nel 2023 per un totale di 607 € in più; le pensioni di € 1.073, passeranno a € 1.136, con un incremento mensile di 63 euro nel 2023 per un totale di 819 € in più; le pensioni di € 1.244 passeranno a € 1.319 con un incremento mensile di 75 euro nel 2023 per un totale di 975 € in più; le pensioni di € 1.415 passeranno a € 1.503 con un incremento mensile di 88 euro nel 2023 per un totale di 1144 € in più.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dossier pensioni | Governo Meloni aumenta le pensioni di 370mila umbri. Ecco le cifre in base agli scaglioni. Esulta FederAnziani

TerniToday è in caricamento