Thyssen Krupp, la divisione di Ast cambia timoniere

Klaus Keysberg nominato nuovo amministratore delegato al posto di Joachim Limberg prossimo alla pensione. E alle acciaierie comincia il confronto sul rinnovo del contratto integrativo

Klaus Keysberg

Cambi al vertice di Thyssen Krupp Material Services, la divisione nella quale è inserita l'Ast di Terni. Dal primo gennaio, infatti, il nuovo amministratore delegato sarà Klaus Keysberg, attuale Cfo di Tk Materials Services, mentre Ilse Henne entrerà a far parte del consiglio di amministrazione dell'area come Chief operating officer.

Klaus Keysberg, membro del consiglio di amministrazione dell'area aziendale dal 2011 e Cfo dal 2014, succederà a Joachim Limberg, che lascerà l'azienda per andare in pensione il 31 dicembre. "Sotto la sua gestione - dicono da Essen - Materials Services ha fatto ottimi progressi, diventando uno dei migliori del settore. Keysberg è uno specialista finanziario e esperto di materiali e ha una grande familiarità con il business operativo".

Prima di essere nominato Cfo di Materials Services, è stato Coo dell'area di business dal 2011 al 2014 e ha ricoperto diversi ruoli dirigenziali presso le unità operative. Ilse Henne si è fatta un nome come specialista dei materiali di successo ed esperta nei processi di cambiamento, tra le altre cose come Ceo di Thyssen Krupp Schulte e nelle regioni dell'Europa occidentale e dell'Asia-Pacifico.

"Con queste due decisioni - commenta l'amministratore delegato di Thyssen Krupp, Guido Kerkhoff - il nuovo consiglio di amministrazione della Materials Services è ottimamente posizionato. Possiamo contare su una squadra che conosce molto bene l'azienda. I clienti e i dipendenti trarranno profitto da questo. Non vedo l'ora di continuare una buona cooperazione".

A Terni confronto sul contratto integrativo

Intanto è iniziato in viale Brin questa mattina il confronto tra le rsu delle acciaierie, le segreterie sindcali provinciali dei metalmeccanici e la direzione aziendale sul rinnovo del contratto integrativo aziendale.

"Abbiamo esposto le linee guida che intendiamo perseguire per raggiungere un accordo sul contratto di secondo livello sia nelle tempistiche sia nei metodi che nei contenuti - spiegano i sindacati - e da parte aziendale si è data la disponibilità ad affrontare i temi esposti in specifiche riunioni che saranno svolte entro la fermata natalizia per verificare le reali fattibilità delle richieste presentate".

A confrontarsi sono le posizioni dei rappresentanti dei lavoratori che chiedono impegni precisi su organizzazione del lavoro, appalti, formazione e sicurezza e l'azienda che, come indicato nel piano industriale, intende puntare molto sulla flessibilità. 

Per l'8 gennaio è stato già programmato un nuovo incontro "per iniziare a concretizzare i reali punti di avanzamento e quindi verificare la fattibilità di un nuovo integrativo aziendale in grado di riconoscere a tutti i lavoratori quanto profuso in questi anni difficili". I sindacati intendono chiudere in tempi rapidi il confronto, "non oltre il 28 febbraio 2019". "E’ evidente - concludono . che nel concreto molto dipenderà dalle disponibilità aziendali sia in termini di volontà politica sia in termini di redistribuzione economica".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento