Reddito di cittadinanza, 20mila ternani in fila per l’assegno

Cos’è, come funziona e chi ne ha diritto. Da aprile 2019 contributo da 780 euro al mese per chi ha un reddito Isee fino a 9.360 euro: la situazione nella città dell’acciaio

Centro per l'impiego

Aprile 2019. Questa la data che dovrebbe segnare il debutto del cosiddetto reddito di cittadinanza. Il provvedimento dovrebbe entrare in vigore da marzo e dal mese successivo dovrebbe cominciare l’erogazione dei pagamenti. A patto che, entro questo termine, i Centri per l’impiego siano pronti ad accogliere i beneficiari per far firmare il patto di lavoro, il patto di inclusione sociale o il patto di formazione mentre Poste italiane ed Inps dovranno essere pronti ad accogliere le domande ed erogare il contributo ai cittadini beneficiari.

Come funziona

Il reddito di cittadinanza è destinato a tutte quelle persone che si trovano a vivere sotto la cosiddetta soglia di povertà e dunque vivono - da sole - con meno di 780 euro. L’assegno integrerà questo reddito con una cifra corrispondente alla soglia di povertà, quindi 780 euro. In base alle indiscrezioni - e in attesa del decreto attuativo che dovrebbe essere pronto entro il 12 gennaio - se la famiglia è composta da una sola persona senza reddito, questa ha diritto a 500 euro + 280 euro di integrazione per l'affitto, mentre se si sta pagando un mutuo, l'integrazione ammonta a 150 euro.

I beneficiari

Se la famiglia invece è composta da padre, madre e due figli minorenni, spetta un reddito di cittadinanza pari a 1.320 euro al mese + 280 euro per l’affitto o 150 per il mutuo. Il contributo spetta a disoccupati, inoccupati o lavoratori con un reddito sotto la soglia di povertà, purché residenti in Italia da almeno 5 anni. Il limite Isee è fissato in 9.360 euro; in caso di famiglia composta da più persone, il limite arriva fino a 12.600 euro. Esistono dei limiti legati al reddito immobiliare ma, stando alle indiscrezioni, anche che nei sei mesi precedenti alla domanda ha immatricolato un’auto sopra i 1.600 centimetri cubici o una moto con cilindrata superiore a 250 cc perde il diritto al contributo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Così a Terni

Nella città dell’acciaio, la platea pontenzialmente interessata supera le 20mila unità. Stando ai dati disponibili e riferiti alle dichiarazioni Irpef del 2016, a Terni ci sono 296 contribuenti con un reddito dichiarato pari a zero, mentre circa il 27% dei ternani ha un reddito Irpef compreso fra zero e diecimila euro (sono quasi 20.500) ma poi ce ne sono altri 35mila con un reddito compreso fra 10mila e 26mila euro che quindi, potenzialmente, potrebbero rientrare nella platea dei beneficiari. In città sono, invece, meno di 1.500 i contribuenti che hanno dichiarato un reddito da 75mila euro in su.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Coronavirus, ordinanza restrittiva di ‘Halloween’: spostamenti solo motivati da autodichiarazione. Chiudono le scuole

  • Coop contribuisce a combattere il Coronavirus: “Abbassato il prezzo delle mascherine chirurgiche in vendita nei negozi”

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento