Tre mesi senza un soldo, cinquemila imprese artigiane di Terni e provincia con l’acqua alla gola

Esaurite le risorse del fondo bilaterale che garantisce la copertura degli ammortizzatori sociali. La denuncia della Cgil Terni: “Ritardi insostenibili per i lavoratori”

Maggio, giugno e luglio. Anche a Terni i lavoratori dell’artigianato stanno ancora aspettando il fondo di solidarietà bilaterale, ammortizzatore equiparato alla cassa integrazione Covid19. Le risorse stanziate sono state utilizzate per coprire i mesi di marzo e aprile, ma sono terminate ed i lavoratori sono senza l’integrazione salariale per i mesi di maggio, giugno e luglio.

Nella provincia di Terni le 5.000 imprese artigiane (il 23% delle imprese ternane ed il 22% di quelle artigiane Umbre) rappresentano una parte importante del tessuto delle imprese locali e spaziano dai settori della metalmeccanica tessile e chimica passando per quelli dell’alimentare e panificazione e della cura della persona, servizi e pulizia, fino a quello del legno, arredamento e costruzioni.  

Il dipartimento artigianato della Cgil di Terni ha analizzato i dati dell’artigianato nel biennio 2019/2020: “È evidente – osservano dal sindacato - l’impatto della pandemia sulle criticità storiche del settore. Per questo, in linea con quanto già fatto dalle organizzazioni sindacali a livello nazionale, chiediamo lo sblocco immediato delle risorse per permettere al fondo Fsba ed all’ente bilaterale Ebrau di pagare le lavoratrici ed i lavoratori”.

Il fondo dell’ente bilaterale sta attendendo che il Governo stanzi i soldi per coprire i giorni di sospensione rendicontati dai fondi regionali. I lavoratori artigiani, le cui imprese sono state colpite pesantemente dalla pandemia, hanno una difficoltà in più, visto l’insostenibile ritardo accumulato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“Le imprese artigiane sono circa un quarto delle imprese ternane e rappresentano un settore fondamentale dal punto di vista economico ed occupazionale – conclude la Cgil ternana – Per questo intendiamo avviare una capillare campagna di iniziative verso i lavoratori e le lavoratrici artigiane, partendo dalla informazione delle tutele e dei diritti collettivi e individuali a cui possono accedere”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento