Economia

Treofan, Leonardo Latini: “Aperti nuovi scenari. Il liquidatore si è impegnato ad anticipare le spettanze ai lavoratori”

Le comunicazioni del primo cittadino dopo l’incontro al Ministero dello sviluppo economico: “Il fatto che ci sia una prospettiva ed una visione comporta quantomeno di aver individuato una strada”

foto Giacomo Sirchia

Un primo incontro al Ministero dello Sviluppo Economico per il futuro della Treofan. Il sindaco Leonardo Latini, intervenendo nel corso della seduta del consiglio comunale, ha aggiornato consiglieri (e naturalmente cittadinanza) sull’esito del confronto avvenuto nella giornata di martedì 27 aprile. A tal proposito il primo cittadino ha ricordato che questo vertice si è tenuto dopo le dimissioni e la nomina del nuovo liquidatore. Inoltre a seguito del cambio alla guida dell’esecutivo: “Per fortuna – ha osservato Leonardo Latini – della vertenza se ne occuperà Alessandra Todde, attualmente viceministro, sempre molto attenta sulle questioni del polo chimico e che ne costituisce la memoria storica, quantomeno dell’ultimo anno”.

“Il tavolo di confronto – ha dichiarato il sindaco - continuerà a rimanere aperto. Come è noto la vertenza seppur conclusa relativamente agli accordi intercorsi tra organizzazioni sindacali e lavoratori, necessita della fase successiva, relativa alla reindustrializzazione del sito. Occorre, a riguardo, un confronto serrato e degli incontri cadenzati in vista dei prossimi mesi. Al momento non è stata ancora erogata la cassa integrazione ai dipendenti, nonostante il liquidatore abbia fatto richiesta, anche all’esito di colloqui avuti a seguito delle indagini aperte. Ci troviamo – ha ricordato il sindaco - di fronte a lavoratori privi dello stipendio. Lo stesso liquidatore ha assicurato l’impegno per anticipare la tredicesima e quattordicesima, oltre al premio di partecipazione, in attesa che possa essere erogata la cassa. Nel contempo Alessandra Todde si è presa in carico di verificare le procedure con il Ministero del lavoro.”

Successivamente l’assessore Michele Fioroni ha enunciato una presentazione, come riportato da Latini, che consta: “In una visione di insieme della chimica nel nostro territorio. È stato illustrato l’elemento da inserire nel Prnn ed il viceministro si è dimostrato molto interessato, in vista di scenari ed i possibili sviluppi in collaborazione con gli imprenditori che vorranno presentare un piano industriale credibile. Al fine di procedere con gli scenari di reindustrializzazione sarà nominato l’advisor, da qui a breve. L’auspicio è che abbia la volontà di trovare soluzioni per il mantenimento e lo sviluppo del sito. Da parte mia ho portato le preoccupazioni dei lavoratori oltre la necessità di stilare un ferreo cronoprogramma. Nel complesso ho potuto constatare una coesione abbastanza forte, a livello istituzionale. I sindacati intervenuti hanno dimostrato attenzione sui progetti futuri. La prospettiva è di maggiore positività, rispetto alle settimane precedenti ricordando comunque che si arriva da un pregresso di due anni di crisi. La speranza è che le risorse possano arrivare dal Prnn ma anche dall’area di crisi di complessa”. Un’altra possibile opportunità: “Tra le deleghe del viceministro anche quelle dei rapporti con il Ministero della transizione ecologica. Il fatto che ci sia una prospettiva ed una visione comporta quantomeno di aver individuato una strada da percorrere. Il liquidatore dovrà fare una serie di incontri importanti. Gran parte dello sviluppo futuro – ha concluso Latini - comincia dal sito chimico di Terni, come ha affermato l’assessore Fioroni”.  

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Treofan, Leonardo Latini: “Aperti nuovi scenari. Il liquidatore si è impegnato ad anticipare le spettanze ai lavoratori”

TerniToday è in caricamento