Treofan Terni, nuovo incontro al Mise: “Confermata la volontà di garantire la continuità produttiva al sito”

All’incontro hanno partecipato le organizzazioni sindacali, territoriali, Rsu e le istituzioni nel corso della giornata

foto di repertorio

Un nuovo incontro per la vertenza Treofan, sito produttivo del territorio ternano. Alle 15 della giornata odierna – lunedì 16 novembre – si sono ritrovati sul tavolo di confronto le organizzazioni sindacali nazionali, territoriali, Rsu del polo chimico e le istituzioni ovvero Mise, Ministero del Lavoro, Regione Umbria e comune di Terni. Sono stati analizzati i possibili strumenti da mettere in atto, volti a salvaguardare il futuro dei lavoratori (circa 180 tra diretti ed indotto). Nel contempo valutate le azioni già messe in campo e da portare avanti, nei confronti della proprietà Jindal.

Infine è stata confermata la volontà, da parte di tutti gli attori interessati, di garantire la continuità produttiva del sito. A tal proposito, è emerso dalla riunione, che verranno utilizzati tutti gli strumenti a disposizione, a partire da quelli legislativi. Novità anche sul fronte della convocazione delle sigle sindacali da parte del liquidatore. L’incontro è procrastinato di 24 ore ovvero da martedì 17 a mercoledì 18 novembre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Uno store internazionale di abbigliamento apre in centro a Terni. Al via le selezioni: “Entro la fine del 2020 l’inaugurazione”

  • Coronavirus, ecco il farmaco più efficace contro ansia, depressione e panico da pandemia

  • Giovane donna dorme sotto la fermata dell’autobus, scatta la gara di solidarietà nel quartiere

  • Coronavirus, nove decessi e 344 guarigioni. A Terni superata la soglia dei 1600 attuali positivi

  • Coronavirus e scuola, l’annuncio della presidente Tesei: gli studenti della prima media tornano in classe

  • Sposta le transenne e finisce con l’auto nel cemento fresco, il sindaco: chieda scusa a tutti i cittadini

Torna su
TerniToday è in caricamento