Lavoro, un bando da 1 milione di euro per le cooperative di comunità che tutelano ambiente, tradizioni e sapori

Anche l’Umbria potrà attingere al premio per le cooperative di comunità, neo costituite o già attive e i loro consorzi. Ed è un premio consistente quello che Fondosviluppo ha deliberato: uno stanziamento di 1 milione di euro di partenza per dare seguito all’azione di sistema di Confcooperative volta alla promozione, all’animazione e alla sensibilizzazione della cooperazione di comunità quale strumento di coesione sociale e sviluppo sostenibile dei territori. 

Il Bando sarà aperto fino al  31 maggio 2020 ed è reperibile sul sito internet www.fondosviluppo.it  insieme al regolamento e alla modulistica per la presentazione delle domande. Gli uffici di Confcooperative sono a disposizione di tutti gli interessati ad approfondire questo strumento innovativo che, se per l’Umbria è ancora una novità, in altre aree interne nazionali sta generando esperienze dallo straordinario impatto socio-economico.ù

Secondo gli esperti di Confocoperative, le cooperative di comunità nate o che nasceranno in Umbria potranno svolgere molteplici attività con il coinvolgimento di persone fisiche, giuridiche e Enti Pubblici interessati allo sviluppo di ogni singolo territorio. Infatti devono perseguire la finalità comunitaria anche tramite la salvaguardia del patrimonio artistico, culturale, delle tradizioni, dei saperi e delle eccellenze agroalimentari del territorio. 

E’ stato il presidente nazionale di Confcooperative e di Fondosviluppo, Maurizio Gardini, a dare l’annuncio: “Si tratta di un investimento finalizzato a sostenere il ruolo delle cooperative, sentinelle del territorio, capaci di intercettare, più di ogni altra impresa, i bisogni delle comunità. Dove lo Stato si ritira, perché non è più in grado di organizzare servizi e risposte, le cooperative favoriscono l’autorganizzazione dei cittadini mettendoli in condizione di rispondere alle proprie esigenze”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento