Gli umbri, gli italiani ed il mondo del lavoro: i risultati del sondaggio Demopolis-Citynews

Lavoro, prospettive future, reddito di cittadinanza e salario minimo garantito: sono gli argomenti a cui hanno risposto, anche i lettori di ternitoday.it, attaverso il sondaggio di Demopolis in collaborazione con la nostra azienda editrice "Citynews"

Lavoro, prospettive future, reddito di cittadinanza e salario minimo garantito: sono gli argomenti a cui hanno risposto, anche i lettori di Perugiatoday.it, attaverso il sondaggio di Demopolis  in collaborazione con la nostra azienda editrice "Citynews". Emerge dalle risposte degli umbri una sfiducia e una paura per il futuro prossimo. In linea con il dato nazionale del sondaggio. 

Il 52% degli italiani ritiene che i giovani che oggi studiano o iniziano a lavorare occuperanno in futuro una posizione sociale ed economica peggiore rispetto alla precedente generazione. Un terzo immagina uno status più o meno uguale a quello dei genitori, solo il 15% ipotizza condizioni migliori. Precariato, aziende che chiudono, scarso sostegno al credito rafforzano il sogno di un posto fisso - preferito da quasi il 50 per cento degli italiani - mentre solo il 20 per cento vorrebbe rischiare in proprio. 

“Da qualche anno – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento - l’ascensore sociale in Italia è fuori uso”. In questo contesto, stabilità e sicurezza divengono gli aspetti più importante del lavoro. Non stupisce dunque che il pubblico impiego torni a rappresentare un obiettivo auspicato dal 46%, con un dato che cresce nel Centro Sud del Paese. Il sondaggio registra una perdita di appeal del lavoro in proprio, indicato da appena un quinto del campione; appena un intervistato su quattro, potendo scegliere, prediligerebbe oggi un impiego nel privato.

L’indagine ha analizzato anche l’opinione dei cittadini su due misure al centro dell’agenda politica. Il 38% vede con favore l’introduzione del reddito di cittadinanza, la misura di sostegno voluta dal Governo per chi è senza lavoro e vive sotto la soglia di povertà; il 53% si dichiara invece contrario. Decisamente più alta è la condivisione della proposta di un salario minimo orario, apprezzata dal 75% degli italiani intervistati da Demopolis.  n maggioranza, gli italiani sono convinti che non sarà lo studio ad influenzare le chances di vita. Nella percezione dei cittadini, per entrare nel mondo del lavoro la rete di conoscenze e relazioni personali (61%) ha un peso maggiore della preparazione e dello studio citati da poco più di 4 intervistati su 10.

(Nota informativa - Il sondaggio è stata condotto, per Citynews, dall’Istituto Demopolis su un campione stratificato di 5.020 cittadini maggiorenni residenti in Italia, lettori di Today e delle testate del gruppo editoriale Citynews. Al campione di rispondenti è stata applicata una ponderazione sulle variabili di quota in relazione al genere, alla fascia di età ed all’area di residenza. Coordinamento dell’indagine a cura del direttore di Demopolis Pietro Vento, con la collaborazione di Giusy Montalbano e Maria Sabrina Titone. Supervisione della rilevazione demoscopica con metodologia cawi di Marco E. Tabacchi. Approfondimenti su www.demopolis.it
FB: https://www.facebook.com/Demopolis.it)

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La protesta a Terni contro le restrizioni del Dpcm. Il corteo da piazza Tacito a Palazzo Spada: "Libertà"

  • Coronavirus, prove tecniche di un nuovo lockdown. E a Terni tornano le file ai supermercati

  • Incidente su via Battisti. Un motociclista falciato e portato con urgenza al pronto soccorso

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • “Angeli” in corsia nell’ospedale di Terni, la lettera: “Grazie per l’assistenza e la disponibilità verso nostra madre”

  • Tragedia a Terni, rinvenuto dalla polizia di Stato cadavere di un uomo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento