Elezioni regionali, il sondaggio: tris di candidati in corsa per la presidenza, incerto un elettore su tre

La rilevazione commissionata da Claudio Ricci: le tre liste che sostengono l’ex sindaco di Assisi accreditate al 22% ma con “ampi margini di crescita”. Il dettaglio dei risultati

Il 27 ottobre si avvicina. E mentre da sinistra a destra il quadro è ancora piuttosto fluido in attesa che le coalizioni sciolgano le riserve sui nomi dei candidati (al momento c’è Andrea Fora come possibile scelta del centrosinistra e il ticket Donatella Tesei-Marco Squarta per il centrodestra, oltre a Rossano Rubicondi per il Partico comunista) c’è chi già da tempo è nel vivo della campagna elettorale.

Claudio Ricci, ex sindaco di Assisi e già sfidante di Catiuscia Marini alle Regionali del 2015, è in piena corsa: appoggiato da tre liste civiche (Ricci Presidente, Italia Civica e Proposta Umbria) ormai da mesi percorre l’Umbria a caccia di candidati e consensi. E nelle ultime settimane ha commissionato un sondaggio (Scenari Politici WinPoll), su un campione statistico di 400 interviste telefoniche riferito al potenziale valore della sua candidatura e al “peso” delle liste civiche che lo sostengono.

Per quanto attiene la “fiducia (molta/abbastanza) sul candidato presidente Ricci”, che lo stesso Ricci ritiene un “dato fondamentale visto che si vota per il presidente”, il sondaggio dice che la percentuale è oltre il 63%. “Un dato molto ampio – commenta il candidato presidente dalla sua pagina Facebook - che, di solito, orienta una parte significante di elettori e soprattutto gli incerti che sono, ora, il 33%”.

Il candidato presidente Ricci ottiene, sul “grado di fiducia”, un consenso “trasversale” sia nei vari segmenti di elettorato che nei diversi territori con punte di attenzione dalle donne (65%) e un buona valutazione anche fra i giovani sotto i 30 anni (61%). 

Le “intenzione di voto” sulle tre liste civiche della coalizione Ricci sono valutate al 22% ma con “ampi margini di crescita” visto che molti - e gli incerti - votano solo il candidato presidente, anche e soprattutto in considerazione del fatto che la legge elettorale umbra non consente il voto al presidente e, in modo disgiunto, ad una diversa coalizione.

Quella che sembra emergere dunque dal sondaggio è una possibile corsa a tre per la presidenza con Ricci che si candida in pieno alla competizione assieme – appare piuttosto scontato – a Tesei e Fora. Se questi davvero saranno i nomi che le coalizioni decideranno di mettere in campo.

.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: ottanta ternani in isolamento fiduciario. Via libera per chi non è partito del nucleo familiare

  • Cinema Politeama, il gestore getta la spugna: “Investito tanto per rendere viva la città di Terni”

  • Annuncio a sorpresa per il Bugatti di Terni: dopo i tanti attestati di solidarietà spunta la cordata per rilevarlo

  • Coronavirus, i casi sospetti in Umbria mettono in allarme: gli infermieri scrivono alla Regione

  • Ternano nell’area al centro del contagio da Coronavirus: “Paura c’è. La percezione è diversa dalla realtà”

  • Coronavirus, musicista ternano: “Quarantena e precauzioni. Vi spiego le linee guida che ho seguito in Cina"

Torna su
TerniToday è in caricamento