menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Elezioni regionali, Umbria dei territori strizza l’occhio al centrosinistra

Assemblea costituente a Todi in vista del voto del 27 ottobre. Il movimento: uscire dai tatticismi per arrivare ad una scelta condivisa

“Uscire da piccole logiche e tatticismi, sgombrare il campo da inutili e improduttive discussioni sui nomi, per aprire un confronto che porti rapidamente ad una soluzione condivisa, capace di andare anche oltre le forze politiche presenti, ampliando quanto più il perimetro della coalizione, con un progetto condiviso”.

Tradotto dal politichese, e viste anche le presenze di sabato scorso all’Hotel Europalace di Todi, questo passaggio potrebbe essere tradotto così: Umbria dei Territori strizza l’occhio a sinistra e sembra propensa a sostenere la possibile candidatura di Andrea Fora come nome capace di coagulare una larga parte del centrosinistra e aggregare i diversi movimenti civici che si sono riconosciuti nel soggetto promosso – in primis – dal sindaco di Assisi,  Stefania Proietti, e dal consigliere comunale di Todi, Floriano Pizzichini.

Nella nota che segue l’assemblea costituente, UdT ribadisce la volontà di voler porre “al centro della sua proposta politica la necessità di ‘rovesciare la piramide’, uscendo dal vecchio centralismo regionale, causa della crisi di sistema umbro, per definire un modello policentrico, che dia ai territori un ruolo primario nelle scelte strategiche di governo. Elemento programmatico per noi dirimente per definire un progetto in discontinuità col passato che dia all’Umbria un solido ed innovativo modello di governo. Abbiamo costruito un percorso che sin dalla sua nascita si è sempre posto come aperto ed inclusivo, sia nella prospettiva interna di quadro aggregativo del civismo, quanto in quella di dialogo con altre esperienze civiche e forze politiche”.

Un “appello” rivolto alla “costruzione di una grande e rinnovata alleanza democratica” e che ha trovato “risposta anche da numerose forze politiche intervenute direttamente o tramite messaggi all’iniziativa. Dall’intervento del rappresentante di Europa Verde alla nota del commissario del Pd Verini e del sindaco di Gualdo Tadino, Massimiliano Presciutti, dalla delegazione di +Europa a quella del segretario del Psi”.

Insomma, i ponti sono stesi. Adesso UdT aspetta che “alle dichiarazioni di intenti” seguano “nelle prossime ore atti formali, rispetto ai quali, come sempre, sapremo fare la nostra parte”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Muore la padrona e restano "orfani". Due gatti cercano famiglia a Terni

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento