rotate-mobile
Eventi Calvi dell'Umbria

Pasta, supplì e paesaggi mozzafiato: due fine settimana da “gustare” a Calvi dell’Umbria

Doppio appuntamento organizzato dalla pro loco, in programma anche eventi musicali: il programma delle manifestazioni

Due fine settimana all’insegna delle buone tradizioni culinarie locali e del divertimento. Il tutto unito alla possibilità di visitare i siti culturali che offre il paese. È la pro loco di Calvi dell’Umbria ad organizzare due weekend ricchi di buoni sapori e di musica da ballo. Sabato 23 e domenica 24 si comincia con la “Sagra della Pasta”, un classico al quale quest’anno gli organizzatori hanno deciso di aggiungere un’altra specialità locale: il supplì. Pasta e supplì sono il piatto forte della cucina casereccia di questa parte dell’Umbria, e Calvi si è sempre distinta nel portare in tavola questo tipo di piatti.

La pro Loco, per l’ora di pranzo nelle due giornate, dà appuntamento agli avventori presso la taverna ricavata all’interno dell’antico monastero che per alcuni secoli ha ospitato le suore Orsoline. Alla sera, invece, si potrà mangiare sia all’interno che nei grandi giardini adiacenti il monastero che si trasformeranno in un grande spazio dove poter gustare al fresco le specialità del posto. In cucina si alterneranno le cuoche volontarie del paese, che con mani sapienti prepareranno sughi e condimenti che danno dei formidabili sapori ai piatti che verranno portati in tavola.

Nel weekend di sabato 30 e domenica 31 luglio la “festa” si trasferirà presso la secolare pineta situata nelle alture intorno a Calvi. Qui i ruderi di due antichi mulini a vento, risalenti al XII secolo, si stagliano al centro di un grandissimo spazio la cui vegetazione è costituita da centinaia di alberi di pino mediterraneo, rendendo il luogo particolarmente suggestivo. Nelle due serate verrà dato largo spazio al divertimento, nella fattispecie al ballo. Sul palco allestito nel piazzale polivalente, situato ai piedi della pineta, si alterneranno le orchestre di Samuele Biribicchi (sabato 30) e quella degli Argento Vivo (domenica 31 luglio). Anche in questa occasione non mancheranno gli stand gastronomici che consentiranno ai presenti di poter gustare tante specialità della cucina locale.

Per coloro che decideranno di arrivare a Calvi con qualche ora di anticipo, ci sarà la possibilità di fare una escursione nei vicoli del centro storico, dove si possono ammirare, oltre a degli scorci davvero suggestivi, i tanti “Murales”, realizzati molti anni fa da numerosi artisti ed aventi come tema quello del Natale ed il museo cittadino, ricco di pregevoli opere d’arte. Le innumerevoli “finestre” naturali che si aprono di tanto in tanto alla vista del visitatore, passeggiando tra le viuzze del borgo, consentono di gettare lo sguardo verso l’orizzonte e di ammirare un panorama magnifico che si apre, partendo da destra, con i tanti paesi dell’Amerino e dell’Orvietano.

Al centro le “creste”, formate dai monti Cimini, fanno da contraltare al frequente “luccichio” del Tevere che scorre nelle ampie vallate sottostanti, mentre a sinistra, completano l’originale ‘belvedere’, l’austera maestosità dei monti Soratte, Cavo e Gennaro, con le tante località della parte alta della Sabina e del Tiburno che si stagliano all’orizzonte. Insomma, farsi un giro per Calvi e puntare lo sguardo verso sud è uno spettacolo davvero unico. Ed il piacere aumenta se l’escursione ottica viene fatta con un buon binocolo.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pasta, supplì e paesaggi mozzafiato: due fine settimana da “gustare” a Calvi dell’Umbria

TerniToday è in caricamento