menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Venerdì la Marsiglia noir di Jean Claude Izzo per un altro appuntamento con le identità d’Europa

Il festival Encuentro torna a Terni con la letteratura dei grandi autori contemporanei

Rientra nella rassegna “Il Volto d’Europa”, organizzata da Centro Europe Direct e Bct, l’appuntamento del festival Encuentro a Terni sulla Marsiglia di Jean-Claude Izzo e la Cuba di Mario Conde attraverso i romanzi noir. Protagonisti del caffè letterario nella biblioteca comunale di Terni alle 17, saranno il giornalista e scrittore cubano Leonardo Padura Fuentes, autore di La trasparenza del tempo (Bompiani 2019) e Stefania Nardini, autrice di Jean-Claude Izzo. Storia di un marsigliese (Edizioni E/O).

Jean-Claude Izzo è lo scrittore marsigliese autore della trilogia che ha come protagonista Fabio Montale (“Casino totale”, “Chourmo”, “Solea”) e dei romanzi “Marinai perduti” e “Il sole dei morenti”: cinque libri che hanno conquistato migliaia di lettori in Francia e in molti Paesi europei tra cui l’Italia. Solo cinque, perché Jean-Claude Izzo a 55 anni se n'è andato, lasciando un segno non solo nella città a lui cara, Marsiglia, ma in tutti coloro che nei suoi testi hanno ritrovato sensazioni, emozioni, verità. È stata anche pubblicata, per le edizioni E/O, la raccolta di racconti Vivere stanca e la raccolta di scritti inediti Aglio, menta e basilico. Marsiglia, il noir e il Mediterraneo. Un omaggio allo scrittore, all’uomo, al giornalista che è stato ciò che scriveva. Senza mai rinnegare la sua storia di marsigliese. Il libro, apparso nel 2010 presso Perdisa, viene ora ripubblicato in un’edizione aggiornata.

Lo stesso giorno, alle 21 e con un’apertura straordinaria della biblioteca comunale, è previsto anche un altro evento: la presentazione della graphic novel “Violeta, corazon maldito”, di Alessio Spataro e Virginia Tonfoni (Baopublishing, 2017) durante la quale converseranno Lucilla Galeazzi e Virginia Tonfoni. “Violeta Parrà – sottolineano gli organizzatori - è stata la voce del Cile quando il Cile ne aveva più bisogno: musicista, poetessa, artista totale, anima della tradizione popolare cilena, di cui nel 2017 ricorreva il centenario della nascita. Virginia Tonfoni e Alessio Spataro ne raccontano la vita, scandendola in capitoli dal contrappunto musicale, in una gloriosa bicromia bianco, nero e arancione. Una vita di dolorosa intensità, consacrata all'arte e all'amore, raccontata con passione che emana da ogni pagina”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento