Eventi

Trent’anni di musica in una sera, Pan Pot protagonista di Storie trasversali di arti sospese

Domani sera alle 21.30 sul canale youtube della Stas il docu-live con interviste, filmati di archivio e musical dal vivo

Ospite d’eccezione della rassegna Storie trasversali di arti sospese, giovedì 6 maggio alle 21.30 sul canale youtube della Stas, è un’associazione ternana che con più di 30 anni di attività musicale per la comunità e in particolare per i suoi giovani. A festeggiare questo importante traguardo è il Pan Pot, nato alla fine degli anni ’80 per soddisfare l’esigenza di reciproca collaborazione, scambio e incontro fra gruppi musical. Fin dagli inizi è stato per la città di Terni un importante strumento di formazione, produzione e diffusione della cultura musicale giovanile.

Nei tanti anni di attività il Pan Pot è stato e continua ad essere uno spazio flessibile che ospita corsi di musica, laboratori musica d’insieme, laboratori di propedeutica musicale, ma è anche sale prove, studio di registrazione e organizzazione e supporto di concerti e seminari.

L’evento che verrà presentato in streaming dal titolo: “Pan Pot, più di 30 anni di storie, musica e inclusione” è un docu-live con interviste ai fondatori, ai fruitori e agli amici del Pan Pot con filmati di archivio e tanta buona musica dal vivo.

Si esibiranno sul palco della Stas Roberta Turrini, cantante, insegnante di canto, diplomata in composizione presso il conservatorio Briccialdi; Eleonora Castellani, cantante, insegnante di canto, diplomata in canto presso istituto Percentomusica; Mauro Antonelli, cantante, attuale presidente dell’associazione Attenti al Kane che gestisce il Pan Pot; Sergio Giuffrida, chitarrista, insegnante di chitarra, diplomato in chitarra elettrica presso Lizard di Firenze; Luca Catinelli, batterista, insegnante, diplomato in pianoforte presso il conservatorio Briccialdi e in batteria presso Lizard di Firenze; Emanuele Ceccarelli, tastierista, insegnante, diplomato in teoria e solfeggio musicale presso il conservatorio Morlacchi; Alessandro Bossi, bassista, insegnante, diplomato in contrabbasso presso il conservatorio Briccialdi; Carmen Federici in Stella, moglie del compianto Leo Stella, fondatore del Pan Pot e dell’associazione Attenti al Kane; Paolo Chiari, sound enginer professionista, frequentatore del Pan Pot fin dagli albori; Antonio Scrittore, storico collaboratore e  operatore del centro PanPot negli anni 2000; Marco Pitani, frequentatore del centro dai primi 2000, allievo dei corsi di batteria, socio affezionatissimo; Riccardo Tappo, videomaker, bassista, frequentatore ed operatore del centro Pan Pot; la Famiglia Friz, dal 2000 soci dell'associazione, due generazioni di frequentatori del centro Pan Pot.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trent’anni di musica in una sera, Pan Pot protagonista di Storie trasversali di arti sospese

TerniToday è in caricamento