Sabato, 18 Settembre 2021
Eventi San Gemini

Le contaminazioni degli anni ‘80 chiudono Sangemini Classic: ecco “Forever Young”

La 21esima edizione della kermesse musicale si avvia alla conclusione: martedì 17 agosto è in programma l’ultimo concerto in piazza Duomo

Secondo e ultimo concerto della 21esima edizione del “Sangemini Classic”, la kermesse musicale, ideata e diretta da Virna Liurni, che si concluderà martedì 17 agosto in piazza Duomo a San Gemini, con inizio alle ore 21,45. L’appuntamento sarà anticipato da un preludio di degustazioni, a partire dalle 19, che si terrà al  parco del Grand Hotel Palazzo Santa Croce di Antonio Tacconi, partner esclusivo dell’evento. Il Festival si avvale si avvale del patrocinio e del contributo della Regione Umbria, dell’Assemblea legislativa dell’Umbria, del Comune di San Gemini e dell’associazione culturale Nuova Tradizione Musicale.

Il concerto finale è intitolato “Forever Young – la musica classica, il rock, gli anni ‘80”. Si tratta di un’esibizione che passerà dal simbolismo della musica classica con Mozart, Beethoven e Paganini, alla sua rivisitazione, al rock, alla musica degli anni ‘80. Protagonisti gli GnuQuartet ovvero Roberto Izzo (violino), Francesca Rapetti (flauto), Raffaele Rebaudengo (viola) e Stefano Cabrera (violoncello), quattro grandi musicisti di formazione classica con una capacità e versatilità unica, accompagnati da un  batterista d’eccezione: Andy Bartolucci. Sul palco anche Virna Liurni che, al pianoforte, eseguirà con loro “Origine” e “Il Tempo, titano indelebile”, brani che fanno parte del suo progetto di ispirazione ed accoglienza.

Sarà una prima di uno spettacolo musicale dai significati simbolici che vanno dal fondamento della musica classica alla sua trasformazione e al suo gioco. Sarà una serata da ballare seduti, suddivisa in due momenti. Nel primo gli GnuQuartet eseguiranno brani tratti dal loro lavoro intitolato “Paganini: The Rock Album”. Si tratta di un omaggio alla musica e alla figura umana ed artistica di Niccolò Paganini. Inarrivabile “atleta” delle quattro corde, meraviglia della natura, tenebroso personaggio pubblico, ha segnato la storia dell'800 musicale come nessun altro. La suggestione di avvicinare Niccolò al rock si traduce in un programma musicale nel quale le note esplodono nel linguaggio ritmato e incalzante della musica popolare. I Capricci e le sonate per chitarra e violino nei concerti perdono i connotati virtuosi e le garbate dialogiche ottocentesche e rivelano l'anima più energica e semplice. Temi scritti per essere ricordati in quell'epoca, trovano in una forma quasi di canzone una nuova ed elettrizzante vitalità. Un lavoro originale e curioso, lontano dagli stereotipi e dalle semplificazioni, un azzardo, un gioco pieno di rispetto e di affetto per la prima rockstar di tutti i tempi. La seconda parte del concerto, invece, sarà un tuffo nella dance dal vivo degli anni ‘80 con “80VogliaDiGnu” che si sposta dal mondo virtuale di Facebook, dove nasce per gioco come appuntamento video fisso del lunedì sera, ai palchi italiani per diventare il primo live da ballare di un quartetto con strumenti classici dai tempi di Mozart. Tra le hit che eseguiranno, ci saranno le celebri “Big in Japan”, “Enola Gay”, “Papa don’t preach”, “I Like Chopin” e molte altre.

La creatura di Virna Liurni continuerà con gli appuntamenti della master class per la sezione "Un festival per l'educazione". Si tratta di sei giorni di alta formazioni e perfezionamento che si terranno presso il Grand Hotel San Gemini palazzo Santa Croce e nella sede dell'associazione Nuova Tradizione Musicale. Dopo quella del 6 e 7 agosto con Gino Nappo (saggista, compositore, cantante e clavicembalista), sarà la volta di Virna Liurni (pianista e direttore artistico del Festival) che il 20 e 21 agosto si occuperà di "Approfondimenti di alta formazione". Concluderà Pier Narciso Masi, pianista e concertista di fama, che il 22 e 23 agosto verterà le sue lezioni sul "Pianoforte interpretativo". 

Nelle serate potranno partecipare un massimo di 2 fotografi professionisti ed appassionati della fotografia. Prenotazione preventiva. I migliori scatti potranno essere scelti e pubblicati al termine dei concerti sulla pagina Facebook dello stesso Festival.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Le contaminazioni degli anni ‘80 chiudono Sangemini Classic: ecco “Forever Young”

TerniToday è in caricamento