rotate-mobile
Eventi Narni

Narni Città Teatro riconosciuto dal ministero: c’è l’ammissione fino al 2025

Per l’evento dei direttori artistici Davide Sacco e Francesco Montanari arriva il riconoscimento finora riservato solo al Festival di Spoleto

Il festival arrivato alla sua terza edizione, per la direzione artistica di Davide Sacco e Francesco Montanari, ha portato nei suoi tre anni di vita nella cittadina umbra spettacoli nazionali e internazionali, duplicando di anno in anno il numero di spettatori arrivati nel 2022 a più di 3000. Narni Città Teatro è il secondo festival dopo quello di Spoleto ad avere ottenuto questo riconoscimento nella regione umbra.

“Essere il secondo festival in Umbria, dopo Spoleto, riconosciuto dal Ministero in sole tre edizioni è un grande orgoglio - spiegano i direttori artistici Davide Sacco e Francesco Montanari - non è il risultato di un singolo, bensì di una comunità intera. Narni ha riconosciuto questo festival come il suo festival e tutti, tutti lo proteggono, lo curano come una bellissima pianta che può dare sempre fiori migliori: chi arriva qui, a Narni, entra in un progetto culturale che sfuma platea e piazza, foyer e strutture ricettive, chi arriva qui a Narni e si sposterà per il Museo, il Comune, i ristoranti, le piazze, il teatro, la Rocca, saprà benissimo capire quando è iniziata l’opera d’arte ma non riuscirà a comprendere quando e dove essa sia finita”.

“Siamo orgogliosi - spiega il sindaco Lorenzo Lucarelli - di questo risultato: un progetto ambizioso in cui ho creduto fin da subito come assessore e che adesso, con questo riconoscimento, mi rende ancor più fiero come sindaco. Narni Città Teatro conferma il suo essere parte integrante della comunità narnese, amato non solo dai cittadini ma dai tanti turisti che porta in città. Il Ministero della Cultura, attestando l’alta qualità e valore artistico, ci spronerà a sfide culturali sempre più grandi e sono sicuro che Narni sarà pronta ad accoglierle. In particolare, il mio ringraziamento va alle strutture del territorio, agli imprenditori e agli operatori culturali che sono parte integrante del successo della manifestazione”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Narni Città Teatro riconosciuto dal ministero: c’è l’ammissione fino al 2025

TerniToday è in caricamento