rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Eventi

Festival Federico Cesi, dieci appuntamenti con “La grande musica”

Organizzato dall’associazione Fabrica Harmonica, è in scena fino al 25 agosto nei comuni di Terni, Acquasparta, Montecastrilli e San Gemini.  Tutti i concerti sono ad ingresso libero ed è consigliata la prenotazione

Dieci eventi di musica classica eseguiti in splendide location a cielo aperto e palazzi seicenteschi con performer di fama mondiale che daranno vita a “La Grande Musica”, fondendo melodie e bellezza architettonica e paesaggistica di città e luoghi dell’Umbria che si incastonano come perle preziose nel paesaggio italiano. Un suggestivo mix di elementi, che comprende nove concerti ed un seminario di approfondimento, che darà vita alla 15esima edizione del Festival Federico Cesi, organizzata dall'associazione Fabrica Harmonica, inaugurata lo scorso primo luglio e che proseguirà fino al prossimo 25 agosto nei Comuni di Terni, Acquasparta, Montecastrilli e San Gemini. La kermesse ha il patrocinio della Regione Umbria, della Diocesi di Orvieto-Todi e dei Comuni che la ospitano; ha il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni (Carit).

Punta di diamante di questa edizione sarà l’esecuzione della Sinfonia corale n. 9 op. 125 di Ludwig Van Beethoven per soli, coro e orchestra, che rappresenta senza dubbio l’opera più impegnativa e simbolica del compositore, il lascito più significativo pochi anni prima della sua morte. Una produzione imponente, in programma mercoledì 20 luglio (alle 21.30) presso l’Anfiteatro Romano di Terni, che coinvolgerà oltre 130 musicisti con 3 formazioni corali preparate da Maria Cristina Luchetti ed Annalisa Pellegrini. Si esibiranno i cori Cantoria Nova Romana, San Francesco d’Assisi di Terni, Novum Convivium Musicum; l’Orchestra Internazionale di Roma; ed un cast internazionale dei solisti con Giorgia Costantino (soprano), Aleksandra Papenkova (contralto), Stefano Latini (tenore), Vladimir Jindra (baritono). Il tutto sarà concertato e magistralmente diretto dal maestro Antonio Pantaneschi. Uno spettacolo, ad ingresso libero, organizzato in collaborazione con il Comune di Terni e con Unitalsi (Unione Nazionale Italiana Trasporto Ammalati a Lourdes e Santuari Internazionali) Terni, a cui andrà il ricavato della raccolta fondi promossa durante il concerto.

A seguire, gli altri appuntamenti che si terranno nei Comuni di Acquasparta (palazzo Cesi), Montecastrilli (piazza Umberto I e chiesa di San Nicolò) e San Gemini (teatro Comunale) fino al 25 agosto. Gli eventi del Festival sono organizzati anche grazie alla collaborazione delle associazioni Coro di San Francesco di Terni, Musicultura, Acquasparta 2000, Acqua – Gestore di palazzo Cesi ad Acquasparta, del Centro turistico giovanile San Francesco di Acquasparta e Parrocchia di Santa Cecilia di Acquasparta. Tutti i concerti, grazie al sostegno di Carit, sono ad ingresso libero ed è consigliata la prenotazione: www.festivalfedericocesi.it, fabricaharmonica@gmail.com, 393 9145351, 389 6638112.

LA CONFERENZA STAMPA

Il cartellone dell’edizione 2022 è stato presentato lunedì 18 luglio presso la sala Consiliare del Comune di Terni alla presenza di Leonardo Latini, sindaco di Terni; Cristiano Ceccotti, assessore alle politiche sociali di Terni; Maurizio Cecconelli, assessore alla cultura di Terni; Guido Morichetti, assessore alla cultura di Acquasparta; Riccardo Aquilini, sindaco di Montecastrilli; Federica Montagnoli, assessore alla Cultura del Comune di San Gemini; Annalisa Pellegrini, direttore artistico Festival Federico Cesi; Stefano Palamidessi, direttore organizzativo Festival Federico Cesi; Pietro Fioretti, presidente Unitalsi Terni.

IL PROGRAMMA

Dopo il concerto di mercoledì 20 luglio a Terni, la manifestazione proseguirà lunedì 25 luglio (ore 21.30) a palazzo Cesi ad Acquasparta con “Follia Barocca”, musiche di Corelli, Bach, Telemann e Vivaldi con Giuseppe Nova al flauto e Maurizio Fornero al cembalo. Venerdì 29 luglio (ore 21.30) in piazza Umberto I a Montecastrilli ci sarà “Di scena… e di danza”. KaleidoTrio e Yuri Ciccarese al flauto, Raffaele Bertolini ai clarinetti e Gianni Fassetta alla fisarmonica eseguiranno musiche di Morricone, Rota, Verdi, Rossini, Brahms e Piazzolla. Lunedì primo agosto (ore 21.30) a palazzo Cesi ad Acquasparta andrà in scena “Il quintetto d’archi” con gli archi dell’Ensemble Lirico Italiano che daranno vita ad arie di Schubert e Perosi. Giovedì 4 agosto (alle ore 21.30) il teatro comunale di San Gemini, invece, ospiterà il concerto dal titolo “Age & Scarpelli suite”, musiche e immagini dai film della grande commedia all’italiana. Ad eseguirlo il Felix Ensemble con Catia Capua al pianoforte, Riccardo Bonaccini al violino, Matteo Scarpelli al violoncello, Diego di Paolo al contrabbasso e M. De Lucia alla batteria. Venerdì 12 agosto (ore 21.30) palazzo Cesi ad Acquasparta accoglierà ancora un altro appuntamento: quello con le “Le stagioni dell'angelo” con musiche di Piazzolla e Bosso. Ad esibirsi il “Bosso Tango Concept” con Ivana Zecca al clarinetto, Davide Vendramin al bandoneón, Jorge A. Bosso al violoncello e Paolo Badini al contrabbasso. Penultimo concerto sarà quello in programma giovedì 18 agosto (alle ore 21.30) al teatro comunale di San Gemini con la “Musica Sefardi Hoy”, musiche tradizionali sefardite. Salirà sul palco il Gruppo “Durme” composto dalla voce di Ana Corellano, dal piano di Enrique Lleida, dalle percussioni di Santiago Lleida e dal clarinetto e dal sax di Fernando Lleida.

A chiudere il Festival ci sarà il concerto in programma giovedì 25 agosto (ore 21,30) presso la chiesa di San Nicolò a Montecastrilli. Protagonisti i “Percorsi Barocchi”, passacagli, sonate e mottetti da Napoli a Venezia con “Lo Scrigno Musicale”, gruppo formato da Rosa Montano (mezzosoprano), Vincenzo Corrado ed Egidio Mastrominico (violini) e Fabio Espasiano (organo). La manifestazione aveva preso il via con una tre giorni intensa ad Acquasparta, dove, lo scorso primo luglio nella Chiesa di San Francesco il coro della Schola Gregoriana de Madrid ha dato vita a “Canciones de fe”; mentre il due ed il tre luglio all’oratorio si era tenuto un seminario con Don Marcos Pavan, direttore della Cappella Musicale Pontificia Sistina di Roma ed esperto gregorianista.

IL PROGETTO

Il Festival Federico Cesi è una manifestazione culturale che principalmente si occupa di musica classica. In questo anno di nuova ripartenza, come l’araba fenice, non poteva rinascere che nel luogo da cui, 13 anni fa, ha avuto origine: Palazzo Cesi ad Acquasparta. È organizzato dall’associazione Fabrica Harmonica nata nel 2008 ed è fortemente impegnata nella diffusione della musica classica. La direzione artistica del Festival è affidata ad Annalisa Pellegrini mentre quella organizzativa a Stefano Palamidessi. La kermesse, fin da subito, ha programmato oltre 100 concerti annui ad ingresso gratuito, ospitato Masterclass di grandi solisti internazionali e assegnato borse di studio a giovani studenti meritevoli.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Festival Federico Cesi, dieci appuntamenti con “La grande musica”

TerniToday è in caricamento