rotate-mobile
Eventi

L’estate del Baravai ricomincia da centomila, nomi e date degli eventi in calendario

Dopo il record di presenze del 2023, ricomincia la stagione all’Anfiteatro Romano di Terni: prima data il 13 giugno con la festa anni 2000 Teenage Dream. Tra gli ospiti, gli Zero Assoluto e Marco Travaglio

Comincia il 13 giugno la quinta edizione di Baravai - Anfiteatro Romano di Terni, la rassegna che si sta affermando di anno in anno partendo da una visione che, attraverso la musica, la cultura e l’intrattenimento di qualità, ha rinnovato l’identità e la socialità di uno spazio rimasto a lungo in abbandono: il meraviglioso Anfiteatro Romano di Terni, in Umbria.

Baravai - Anfiteatro Romano di Terni, organizzata dalla Cooperativa Le Macchine Celibi, si prepara ad una nuova stagione dopo un 2023 da record, con oltre 100mila presenze. Declinata in tre sezioni, a dare il via alla rassegna 2024 è Baravai Music con il fenomeno di pubblico e social Teenage Dream - serata già verso il sold out - Lo Stato Sociale, Zero Assoluto, Ex-Otago; Letz Festival, dedicata alla scena elettronica, con l’unica data nel centro-sud Italia di Apparat (DJ) il 31 agosto, opening Il Quadro di Troisi, e tanti altri nomi in arrivo. E dal 25 al 28 luglio, Baravai Comedy con Valerio Lundini & i Vazzanikki, Marco Travaglio con lo spettacolo “I migliori danni della nostra vita - seconda stagione” insieme ad altre protagoniste e protagonisti che completeranno il cartellone.

Anche nella nuova stagione moltissimi appuntamenti sono ad ingresso gratuito, scelta che Le Macchine Celibi, in collaborazione con Letz, rivendica sin dalla prima edizione. In particolare, il Giardino del Baravai, che accoglie il pubblico e disegna un’atmosfera unica intorno al main stage dell’anfiteatro, si prepara a tornare il centro assoluto dell’estate di Terni e delle località vicine, tra talk, spettacoli, dj set, tanto altro: dal pomeriggio a notte fonda, il Giardino, è diventato ormai un fondamentale spazio di partecipazione sociale e culturale che si accende e si anima indipendentemente dalla programmazione sul palco principale con il suo format A.F.A. (Aperitivi Freschissimi all’Anfiteatro).

Con il nuovo claim “Spazi senza confini”, i primi nomi dell’edizione 2024 confermano una proposta artistica volutamente trasversale, rivolta a un pubblico eterogeneo, ma con una particolare attenzione al mondo artistico e comunicativo più innovativo e contemporaneo.

Un equilibrio che caratterizza, sin dall’inizio, l’identità di Baravai che porta sul palco nomi internazionali, allo stesso tempo, collettivi, dj, artiste e artisti, attori, attrici, stand up comedians in ascesa in Italia e fuori dai nostri confini: dal 2020 ad oggi, Agnes Obel, Timber Timbre, Drusilla Foer, Cosmo, Willie Peyote, Michela Giraud, Colla Zio, Cachemire Podcast, Fabio Celenza, Thru Collected, Eterobasiche, James Holden, Sofia Kourtesis, Pufuleti, Ivreatronic, Nino Frassica & Los Plaggers Band, Barbascura X, Mara Sattei, Bnkr44 e tante e tanti altri.

“Questo sguardo sempre vivo sulle realtà nuove tanto quanto sui nomi già noti, è il fil rouge che caratterizzerà anche la stagione 2024 con altri nomi in arrivo - racconta l’organizzazione - Le presenze dello scorso anno hanno dimostrato come, in poche edizioni, Baravai abbia visto crescere la sua capacità attrattiva, registrando, di stagione in stagione, un forte aumento di pubblico. Questi risultati, per nulla scontati soprattutto in aree come le nostre, periferiche rispetto ai grandi centri, ci soddisfanno ma soprattutto ci spingono a voler fare sempre meglio e metterci in gioco ogni anno di più”.

In continuità con quanto intrapreso nella precedente edizione, il calendario delle tre sezioni 2024 si concentra in tre o quattro giornate consecutive per ciascuna anima del cartellone. Un festival nel festival che, come si è registrato nel 2023, rafforza il turismo culturale e quello di prossimità attirando, al contempo, i festival lovers a scoprire Terni e i dintorni: dalla cascata delle Marmore al lago di Piediluco con le sue affascinanti storie, ai borghi medievali della Valnerina ternana fino al meraviglioso sito archeologico di Carsulae.

Il programma completo della sezione Baravai Music dal 13 al 16 giugno

A dare il via alla stagione è Baravai Music, da giovedì 13 a domenica 16 giugno. Si parte con Teenage Dream, una festa anni 2000, un posto sicuro nel quale sentirsi sé stessi, la serata in cui si va a perdere la voce, magari con gli occhi lucidi di felicità. Nasce a gennaio 2023 mettendo subito in fila 130 date nei più grandi live club e arene estive d’Italia e diventando virale sui social con oltre 200 milioni di visualizzazioni su TikTok e più di 170mila followers su Instagram in pochi mesi. “La festa di tutti” arriva sul main stage dell’Anfiteatro Romano giovedì 13 giugno, mentre il giorno successivo, venerdì 14 giugno, tocca a Lo Stato Sociale, l’amatissimo collettivo bolognese che, dal 2012 ad oggi, rimane assoluto protagonista della scena indipendente italiana. Dopo l’uscita dell’ultimo album, Stupido sexy futuro, seguita da moltissime date – tra cui Madrid, Berlino, Londra e un mega concerto/evento a Milano – la band arriva a Terni per un imperdibile live ad ingresso gratuito. Sabato 15 giugno si torna a perdere la voce con gli Zero Assoluto. Con brani come Svegliarsi la mattina, Semplicemente e Per dimenticare, sono punto di riferimento di un’intera generazione che oggi li considera fratelli maggiori della nuova scena pop, come conferma anche il successo delle recenti collaborazioni con Colapesce, Gazzelle e il produttore Federico Nardelli. Ad ingresso gratuito, si preannuncia già una serata-evento indimenticabile. Ultimo appuntamento con gli Ex Otago, freschi di pubblicazione del nuovo album Auguri che ne segna il ritorno discografico dopo 5 anni: un titolo che risuona come un brindisi appassionato alla vita autentica così come un sarcastico commento che anticipa le circostanze dall’esito incerto. La band genovese chiude il calendario di Baravai Music domenica 16 giugno con un concerto ad ingresso gratuito.

I primi nomi annunciati per Baravai Comedy a luglio e Letz Festival ad agosto

Mentre il Giardino continua a rimanere aperto e attivo, a completare la programmazione sul main stage, il cartellone di Baravai riprende dal 25 al 28 luglio con Baravai Comedy che, se nel 2023 ha visto il sold out di Barbascura X, tra i divulgatori scientifici più influenti del web, o il grande successo di Nino Frassica & Los Plaggers Band, nel 2024 vede Valerio Lundini & i Vazzanikki a presentare Innamorati della vita, il nuovo disco in uscita in estate e Marco Travaglio con “I migliori danni della nostra vita - seconda stagione”, insieme ad altre imperdibili serate in arrivo.

Per Letz Festival, sezione che guarda all’elettronica e all’underground italiani e internazionali, e che ha ospitato nomi come Sofia Kourtesis, Populous, Emmanuelle e tante e tanti altri, il primo artista annunciato è Apparat (DJ) il 31 agosto per l’unica data nel centro-sud Italia del musicista tedesco, da quasi due decenni tra i protagonisti di spicco della musica elettronica contemporanea. In apertura Il Quadro di Troisi con l’ultimo album, La commedia, che unisce un peculiare approccio alla forma canzone, che si riallaccia direttamente a una certa tradizione italiana, a un suono spiccatamente “elettronico”.

Per gli eventi con biglietto, ossia Teenage Dream, Apparat (DJ) + Il Quadro di Troisi, e gli appuntamenti di Baravai Comedy, le prevendite sono acquistabili al link www.baravai-anfiteatro.com. Per la sezione Comedy sarà presto disponibile anche l’abbonamento al cartellone completo dei 4 appuntamenti.

Baravai Anfiteatro Romano 2024 è realizzata con il contributo, come principal sponsor, di Highway to Ale & Siren Craft Brew e, come main sponsor, di Volkswagen Autocentri Giustozzi. Si conferma la collaborazione, ormai consolidata, con Average Ternano Guy come local media partner con il ritorno, dopo un primo esperimento nel 2023, di Average Ternano Party.

Nelle scorse edizioni abbiamo ridefinito gli spazi, tracciato nuove rotte, immaginato e costruito nuovi mondi. Ora è giunto il momento di spingersi ancora più lontano, decostruire ciò che abbiamo sempre saputo. E così il viaggio diventa metafora di esplorazione fisica e mentale. Libertà, contaminazione, cura ed ascolto. Sono queste le parole chiave che accompagnano “Baravai 2024 - Spazi senza confini”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’estate del Baravai ricomincia da centomila, nomi e date degli eventi in calendario

TerniToday è in caricamento