Il Parco dei Campacci di Marmore si trasforma nel Golgota: va in scena la passione di Cristo

Appuntamento venerdì 19 aprile con la sesta edizione dell’evento organizzato dalla Pro loco di Marmore. Così la cascata sarà trasformata in un suggestivo palcoscenico naturale

La rievocazione della passione e morte di Gesù Cristo sullo sfondo del palcoscenico naturale della cascata delle Marmore.

rievocazione passione marmore (3)-2Sarà il Parco Campacci di Marmore ad ospitare venerdì 19 aprile (ore 21) la sesta edizione della rappresentazione organizzata dalla Pro loco di Marmore. Un evento ormai “consolidato anche a livello nazionale, con figuranti in costumi, itinerante, realizzato nel nostro territorio utilizzando le esclusive naturali peculiarità del parco”.

La strada percorsa da Gesù Cristo dalla sua condanna nel pretorio di Pilato fino alla cima del Golgota dove fu crocifisso, ha sempre interessato tutti quanti i fedeli – spiegano dalla Pro loco - perché in quel luogo, dove il nostro redentore col versamento del suo sangue ha più che altrove dimostrato la grandezza del suo amore per noi, pagando con esso tutti quei debiti che noi avevamo contratti con la divina giustizia, e facendoci per questo modo rinascere dalla colpa alla grazia, dalla morte alla vita”.

“Marmore, che ha celebrato la nascita di Gesù con il presepe vivente della cascata delle Marmore, vuole dare un senso al percorso compiuto da Gesù Cristo a Gerusalemme il venerdì santo, giorno della sua passione e morte, attraverso questo progetto che sarà, nello stesso tempo, momento di grande fede e motivo di valorizzazione del patrimonio naturale artistico territoriale per diffondere la cultura”.

La manifestazione si svolgerà venerdì 19 aprile 2019 alle 21 e, come in passato, darà la possibilità ai turisti di venire nel nostro territorio, assistere gratuitamente alla manifestazione e magari restare anche per tutto il periodo pasquale. L’evento ha riscosso nel tempo consensi da parte dei media e dei visitatori che hanno avuto la possibilità di “vivere” la passione di Cristo diventando parte integrante della manifestazione.

Con l’edizione 2019, rinnovata ed arricchita, tutti i luoghi caratteristici del Parco Campacci di Marmore saranno sfruttati al meglio con scenografie studiate e create appositamente. L’evento – dicono ancora dala Pro loco - si svolgerà in un’atmosfera magica appartenente ad un’altra dimensione, non solo per la sceneggiatura ma per il nostro territorio che, per l’occasione, sarà trasformato in un unico palco teatrale”.

rievocazione passione marmore (1)-2L’organizzazione, curata nei minimi particolari, impegna il direttivo della Pro Loco Marmore per ben quattro mesi: scelta dei testi biblici e delle musiche, preparazione delle scenografie con meccanismi in movimento, formazione dei figuranti, diffusione tramite i media. “Un gran lavoro di squadra, ottima organizzazione, spettacolari i figuranti che ci faranno rivivere la Passione nelle varie stazioni. Partendo dall’ultima cena sino ad arrivare all’apparizione di Cristo risorto a sua Madre, si offrirà un palcoscenico non statico, ma in continuo movimento. Le scene si comporranno all’istante dando modo al pubblico non di immaginare, ma di vivere insieme ai figuranti la passione di Cristo, diventando parte integrante della rappresentazione. Tutta la manifestazione, illuminata con cere e torce, sarà accompagnata da musiche scelte per l’occasione e da un’unica voce narrante”.

L’evento è inserito nell’ambito delle “Terre di San Valentino” e patrocinato da ministero per i beni e le attività culturali, Unpli, Regione Umbria, Provincia di Terni, Comune di Terni, Camera commercio Terni, Confcommercio Terni, Confartigianato Terni, Cna Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si tornerà in "zona arancione". Domani l'ordinanza che farà retrocedere l'Umbria

  • Lutto a Terni, è scomparso Mauro Moretti noto ristoratore di una storica attività del territorio

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Da San Gemini alla Siberia, la storia d’amore e l’annuncio di Lorenzo Barone: “Mi sposo con Aygul”

  • Terapie intensive, ricoveri ordinari e indice Rt: ecco perché l’Umbria rischia il “cartellino” arancione

  • Tragedia ad Arrone, muore una giovane mamma: “Siamo tutti sotto choc, increduli e scossi”

Torna su
TerniToday è in caricamento