rotate-mobile
Sabato, 13 Agosto 2022
Eventi San Gemini

Sangemini Classic, Mirabassi e Ciammarughi illuminano il festival

Successo per il primo concerto della kermesse culturale della direttrice artistica Virna Liurni: venerdì il secondo appuntamento

Si è conclusa con un successo la prima serata del Sangemini Classic, il “piccolo festival di vera arte” organizzato nella città di San Gemini dalla direttrice artistica Virna Liurni. L’appuntamento inaugurale della rassegna artistica, che quest’anno tocca la XXII edizione, si è aperto alle 21.30 in piazza Duomo, nella piccola cittadina umbra con il concerto evento Mirabassi plays Ciammarughi. I due grandi nomi di Gabriele Mirabassi, al clarinetto, e Ramberto Ciammarughi, al pianoforte, hanno proposto in anteprima assoluta per il Sangemini Classic una rilettura e reinvenzione dei loro brani, un legame che sancisce un’unione non solo artistica e musicale, ma anche personale, segnata da oltre trent’anni di amicizia. A impreziosire l’evento, l’introduzione sinfonica della direttrice artistica Virna Liurni, con i suoi brani d’ispirazione dall’origine, come un mantra, sino al risveglio di una festa cristiana. Cornice d’eccezione della prima serata del Sangemini Classic è stata l’allestimento del dottor Stefano Grilli e la sua azienda “La Palazzola”, con la degustazione dei pregiati vini da loro prodotti, che raccontano i sensi come riverbero del suono.

La XXII edizione del Sangemini Classic è realizzata grazie al contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, con il patrocinio della Regione Umbria, del Comune di Terni e di San Gemini e della Camera di Commercio dell’Umbria. Organizzato dall’Associazione Culturale Nuova Tradizione Musicale con due partnership d’eccezione: il Grand Hotel San Gemini e l’Associazione Italiana Sommelier. Il Festival si avvale dell’impegno e della sensibilità del dottor Alfredo Rainone e tanti altri sostenitori privati.

Parla la direttrice artistica 

“Siamo giunti alla XXII edizione, un piccolo ed umile traguardo. Musica d’eccellenza, artisti internazionali, sfumature e ricercatezza. Per quest’anno abbiamo cercato di approfondire i sensi, in un connubio che abbiamo creato con l’Associazione Italiana Sommelier e con dei grandi nomi di pregio, fra cui il dottor Stefano Grilli e la sua “La Palazzola”, un nome dell’eccellenza umbra, conosciuto nel mondo. Nel concerto il tema toccato è stata la sacralità, con i miei brani di ispirazione, con un’idea profonda di spiritualità. Ad interagire con essi e condividerne lo spirito sono stati i due nomi del jazz internazionale, Gabriele Mirabassi al clarinetto e Ramberto Ciammarughi al pianoforte, in un’unione perfetta di musica, spirito e ricercatezza”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sangemini Classic, Mirabassi e Ciammarughi illuminano il festival

TerniToday è in caricamento