rotate-mobile
Mercoledì, 21 Febbraio 2024
Eventi

“La signora della porta accanto” di François Truffaut torna al cinema in versione restaurata

Appuntamento al Cinema Politeama Lucioli di Terni il 6 e 7 febbraio alle 20.45 per l’introduzione al film con Fanny Ardant e Gérard Depardieu a cura di Sentieri del Cinema e a seguire la proiezione

La gioia e il tormento, l’estasi e il dubbio, l’attrazione e la “repulsione” sono i poli complementari e inscindibili entro cui si muove l’amour fou, quel sentimento irrazionale e totalizzante di cui Truffaut è stato il principale cantore in ambito cinematografico.

E sono proprio l’amour fou, la forza invincibile del desiderio e della passione, i veri protagonisti de La signora della porta accanto, il penultimo film di Francois Truffaut, scritto in maniera febbrile nell’arco di poche settimane, come febbrile è la passione che lega Mathilde e Bernard. Entrambi sposati, si ritrovano vicini di casa dopo anni dal loro burrascoso addio e scoprono che in fondo non si sono mai lasciati per davvero.

C’è una frase - “Né con te, né senza di te” - posta alla fine del film, che lo sigilla come un’epigrafe ambigua, paradossale e perfetta, certificando l’impossibilità di fuggire dai fantasmi della passione e del passato, dalla spirale (auto)distruttiva nella quale i due protagonisti e amanti sono ciascuno al tempo stesso vittima e carnefice.

E tali rimarranno fino alla fine, alla quale il film si avvicina in un crescendo parossistico e ineluttabile, esaltato dalle musiche di Georges Delerue, il compositore-simbolo della Nouvelle Vague, e meravigliosamente immortalato dal grande direttore della fotografia William Lubtchansky.

Sbaglieremmo tuttavia se pensassimo a questo film come a un classico melodramma. No, è altro e di più. E le continue trasgressioni poste in essere da Truffaut tanto a livello di tessuto narrativo quanto a livello di modalità di ripresa, come del resto gli omaggi ad Hitchcock, sono lì a dimostrarlo, come cercheremo di dire nel corso della nostra introduzione al film.

L’appuntamento è dunque al Cinema Politeama Lucioli di Terni il 6 e 7 febbraio alle 20.45 per l’introduzione al film con Fanny Ardant e Gérard Depardieu a cura di Sentieri del Cinema e a seguire la proiezione. La versione proposta è quella originale sottotitolata.

image001

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“La signora della porta accanto” di François Truffaut torna al cinema in versione restaurata

TerniToday è in caricamento