Venerdì, 19 Luglio 2024
Eventi

Quasi quattromila persone al presepe vivente al parco Le Grazie: “Testimonianza di fede e speranza”

Grande successo per l’evento organizzato dalla Confraternita di San Giuseppe e San Francesco di Paola a Terni: “Coronato il lavoro pluriennale della comunità dei volontari” | FOTO e VIDEO

Un afflusso di oltre 3.700 persone si è registrato nelle cinque giornate di rappresentazione del presepe vivente al parco delle Grazie a Terni, che hanno potuto assistere ad una sentita rappresentazione della natività organizzata dalla Confraternita di San Giuseppe e San Francesco di Paola, l’ente ecclesiastico rifondato e rilanciato dal 2017 per opera di padre Angelo Gatto, cappellano dell’ospedale di Terni, direttore della pastorale della salute, ideatore e promotore delle diverse iniziative.

L’evento patrocinato dal Comune di Terni e dalla Usl Umbria2 ha realizzato la suggestione di Betlemme, durante il censimento indetto dall’imperatore Cesare Augusto, in aderenza al vangelo di San Luca.

La freschezza della sceneggiatura scritta da un ragazzo ternano, la versatilità del luogo e la scelta artistica di realizzare un percorso articolato in cinque quadri recitati fruibili in successione (“Il cambio della guardia e il censimento”, “Betlemme”, “I pastori”, “La corte di Erode e l’incontro con i magi” e “la natività”) con il pubblico previsto all’interno della scena a diretto contatto con attori e figuranti in azione, hanno creato un effetto immersivo e un coinvolgimento di grande suggestione.

Le rappresentazioni sono state realizzate sotto la direzione creativa e artistica di Barbara Cinaglia professionista del settore, animatrice della scuola di musical e di teatro “Beautiful Act”, che ha diretto gli oltre 90 attori e figuranti e coordinato anche la complessa fase dei laboratori realizzati in collaborazione con i principali istituti scolastici di Terni.

Presepe vivente al parco Le Grazie a Terni, 2023

Particolarmente apprezzati i costumi realizzati dall’Ipsia Sandro Pertini- settore moda, con il contributo di Divania srl e le scenografie realizzate dai volontari della Confraternita sotto il coordinamento di Antonio (Tonino) Imperatori e con il contributo dell’impresa Giacchini srl.

“Un caloroso ringraziamento – spiega una nota degli organizzatori - va ai cavalieri Francesco Rossetti, Andrea Bucari e Marco Zurli del centro 2F Colle Alvano di Arrone che hanno impersonato i re magi, ai figuranti legionari del gruppo storico romano di Vacone e all’impresa SS Service di Marco Giamminonni che ha curato gli impianti audio e luci”.

GUARDA IL VIDEO

“La grande partecipazione dei cittadini ha coronato il lavoro pluriennale della comunità dei volontari che ha inteso realizzare non solo la rappresentazione della natività, ma una testimonianza di fede e di speranza all’interno di un processo di rigenerazione di un parco caro ai ternani in un luogo di aiuto e collaborazione reciproca, che ha emozionato sia il pubblico che i confratelli”.

L’evento si inquadra nel programma di attività della Confraternita che si estende su tutto l’arco dell’anno con “le azioni di rigenerazione del parco, di promozione del restauro della chiesa di Santa Maria delle Grazie attualmente in atto con il contributo e la direzione della Fondazione Carit, chiesa già restituita al culto, con l’opera di volontariato a sostegno dei malati e delle loro famiglie, con la conduzione dei gruppi di aiuti. L’apprezzamento dimostrato da parte del pubblico rafforza i propositi di ampliamento delle attività con interventi in altre situazioni di disagio a sostegno dei soggetti deboli”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Quasi quattromila persone al presepe vivente al parco Le Grazie: “Testimonianza di fede e speranza”
TerniToday è in caricamento