rotate-mobile
Teatro

“Maurizietto, Ausilia, Briccialdi e Ridolfi: passeggiando nella città degli immortali”

Appuntamento per il primo novembre al cimitero di Terni con l’attore Stefano de Majo che racconterà “le memorie dei grandi personaggi sepolti nel camposanto che hanno lasciato traccia nella storia d’Italia e del mondo e le vicende di personaggi minori, appartenenti al folclore popolare”

L’appuntamento è per mercoledì primo novembre, alle 10.30, all’ingresso principale del cimitero. Inizia da lì la tradizionale passeggiata teatrale ideata e interpretata da Stefano de Majo.

L’attore e autore narrerà lungo il percorso le memorie dei grandi personaggi sepolti nel camposanto di Terni, che hanno lasciato traccia nella storia d’Italia e del mondo, e le vicende di personaggi minori, appartenenti al folclore popolare, cari e importanti nel ricordo dei cittadini.

Città degli immortali-2Si visiteranno le tombe monumentali di cui il cimitero può vantare autori di fama mondiale quali Pomodoro, Guttuso e Mario Ridolfi. Saranno rivissute le gesta di eroi e campioni, artisti, letterati, scienziati, imprenditori illuminati, come Elia Rossi Passavanti e Mario Umberto Borzacchini, Falchi, Briccialdi, Casagrande, Taddei, Liberati, Pirro, Donatelli, Endrigo, Alterocca, Pazzaglia, Secci, i Fratini, Cassian Bon, i caduti delle guerre e i garibaldini. Ma anche di personaggi della tradizione popolare come Maurizietto, Melone, Ausilia e Paolo Cabiati, detto “Hashish”, insieme ai tanti concittadini caduti durante il primo bombardamento di Terni di cui ricorrono gli 80 anni. I loro 1.018 nomi risuoneranno vivi e presenti nello spettacolo itinerante di Stefano de Majo.

“Passeggiando ancora una volta tutti insieme nella città degli immortali, i nostri morti ci daranno la forza e il coraggio di essere vivi” dice de Majo. L’evento è prodotto da Teatro Acciaio.

De Majo ringrazia “il Comune di Terni e l’associazione Claudio Conti guidata da Tomassina Ponziani, la cui instancabile opera di solidarietà sociale e promozione della cultura sul territorio locale e in quello africano, è l’esempio più fulgido di come la vita può continuare anche oltre la morte”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Maurizietto, Ausilia, Briccialdi e Ridolfi: passeggiando nella città degli immortali”

TerniToday è in caricamento