Eventi

“Un soffio d’amore” per ricordare Claudio Conti e Marco Collazzoni

Martedì all’istituto Fatati di Terni lo spettacolo scritto e interpretato da Stefano De Majo per ricordare i due giovani ternani

Marco Collazzoni

Uno spettacolo dinamico in memoria di Claudio Conti e Marco Collazzoni, che restano vivi nel loro “Soffio d’amore”.

Appuntamento martedì 8 giugno, alle 17, all’istituto comprensivo Felice Fatati di Terni, per un evento scritto e interpretato da Stefano De Majo e organizzato nell’ambito del progetto per il contrasto della povertà educativa e del patto di collaborazione tra il Comune di Terni, l’associazione Claudio Conti e l’istituto Fatati.

Durante lo spettacolo ci sarà la consegna di tre borse di studio ad altrettanti studenti meritevoli, donate dall’associazione e sarà inaugurata la biblioteca “Claudio Conti”.

Sarà uno spettacolo in movimento che aleggerà come un soffio sulle note della Terni Jazz Orchestra fondata da Marco Collazzoni.

Lo spettacolo, prodotto dall’associazione Claudio Conti, racconterà in una serie di aneddoti le tante esperienze artistiche vissute dall’attore, dai musicisti e dagli studenti con la genialità creativa di Marco Collazzoni ed avrà luogo proprio in uno dei plessi scolastici in cui l’artista, scomparso di recente, ha per anni insegnato, lasciando una traccia indelebile tra studenti e docenti.

Nel teatro della scuola, De Majo ricorderà Claudio, indimenticato giovane ternano che nella sua breve ma intensa vita ha dedicato tanto agli altri. Un ricordo sublimato nei libri che l’associazione ha donato agli studenti.

Sul piazzale della scuola il finale della festa animata dal soffio d’amore di Marco e Claudio.

Quel soffio d’amore che resta vivo attraverso l’associazione che la mamma di Claudio Conti, Tomassina Ponziani, ha fatto nascere tanti anni fa.

E che svolge un ruolo primario per la solidarietà e la promozione della cultura tra i giovani ternani e africani.

In particolare in Uganda, dove ha fondato una scuola e dove si prende cura dell’istruzione dei ragazzi, perché “il soffio d’amore di Marco e Claudio oltrepassa i deserti e gli oceani e resta vivo per sempre in nome del loro amore”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Un soffio d’amore” per ricordare Claudio Conti e Marco Collazzoni

TerniToday è in caricamento