menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Uno spettacolo a favore dei neonati meno fortunati, nella chiesa di San Francesco ecco la 'culla per la vita'

Tanti artisti e musicisti coinvolti nell'iniziativa in programma per il 14 novembre per dare forza a una struttura dove mamme in difficoltà possono lasciare protetti i loro neonati nel totale anonimato

Uno spettacolo a favore della 'Culla per la vita': si terrà giovedì 14 novembre presso i locali della parrocchia di San Francesco il cui ricavato sarà devoluto alla realizzazione della culla per la vita, ovvero 'una versione moderna e tecnologicamente avanzata della medievale Ruota degli Esposti'.

Si tratta di una struttura concepita appositamente per permettere di lasciare, totalmente protetti, i neonati da parte delle mamme in difficoltà nel pieno rispetto della sicurezza del bambino e della privacy di chi lo deposita.

È in luogo facilmente raggiungibile, garantisce l’anonimato della mamma che vuole lasciare il bambino ed è dotata di una serie di dispositivi (riscaldamento, chiusura in sicurezza della botola, presidio di controllo h 24 e rete con il servizio di soccorso medico) che permettono un facile utilizzo e un pronto intervento per la salvaguardia del bambino.

La culla per la vita è un’estrema possibilità di accoglienza e di vita che deve servire ad evitare un estremo gesto di rifiuto.

Tanti gli artisti ternani e non solo coinvolti nello spettacolo, dal Stefano De Majo a Fabrizio Longaroni, da Gustavo Gasperini a Francesco Morettini, da Vittorio Gambassi a Francesco Della Sala, solo per citarne alcuni.

Organizzatore dell'evento, il Movimento per la vita di Terni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TerniToday è in caricamento