Sabato, 18 Settembre 2021
Eventi

Teatro, danza, video art, installazioni e percorsi multimediali in suggestivi angoli dell’Umbria meridionale

Verdecoprente 2021: prosegue il ricco programma con gli appuntamenti di settembre

Dopo un agosto scoppiettante di eventi, il settembre Verdecoprente inizia inaugurando la riapertura dell’oasi wwf Lago di Alviano-Guardea, che ospita i tre appuntamenti con CHTHONIA, creazione multimediale di Anna Maria Civico, cantante, attrice e musicoterapeuta, con la composizione sonora di Marta Paccara, producer elettronica e polistrumentista.

All’oasi prenderà vita il percorso performativo che l’autrice definisce ‘corridoi ecologici per sensazioni disperse’, riservato a 15 spettatori alla volta.

“C’è bisogno di parole… connesse allo stare, al con-divenire con i luoghi… C’è bisogno di camminare per ascoltare, raccogliere, annotare, fare pratica di traduzione con la voce, il gesto, la parola… C’è bisogno di strumenti: il corpo”. Così la performance rappresenta l’esito di una lunga ricerca artistica realizzata in più luoghi d’Italia, conclusa in un periodo di residenza a Lugnano. Il materiale incontrato è stato poi trasformato ed elaborato in un tessuto vocale, sonoro, in un cammino di risonanza con l’ambiente, una storia.

La performance è realizzata con il contributo di Verdecoprente e la collaborazione della Cooperativa Limpha dell’oasi di Alviano. Tre gli appuntamenti del percorso: sabato 4 settembre alle 16 e alle 18, domenica 5 settembre alle 10. Cuffie e smartphone (ben carico) alla mano, scarpe comode e sensi all’erta, così si chiede ai viaggiatori di seguire ‘Chthonia’ tra i sentieri dell’oasi, guidati in un’esperienza che unisce tecnologia digitale e performance dal vivo.

Con prenotazione, green pass, auricolari. Ulteriori info e prenotazioni: 327.2804920

Video Art. Sul terreno della multimedialità Verdecoprente prosegue con Connessioni, opera di video art ideata e curata da Raffaella Tomellini, attrice-regista di Torino, con il video di Fabio Melotti. La creazione prende spunto da una domanda: ‘si può stare in connessione, guidati da una sola parola, nell’arco di un’intera giornata, e dar vita a un’opera collettiva senza conoscersi?’

Una creazione in più linguaggi dunque che Raffaella, dallo spazio Verdecoprente a Lugnano, coordinerà per tutta la giornata del 9 settembre, in connessione con artisti, autori e performer, dislocati in diverse parti d’Italia, che invieranno il loro contributo elaborato a partire da una parola chiave, che ancora nessuno conosce. Partecipano: Filippo Abrate, Monica Bracciantini, Simona Ceccobelli, Roberto Giannini, Marcello Paolocci, Omar Vestri, Rossella Viti, Sabrina Vivalda. Nei giorni seguenti il video sarà pubblicato sul sito di Verdecoprente.

Installazioni e percorsi multimediali e interattivi aperti fino a ottobre:

Fuori (il) Corpo – grandi immagini tessili dialogano con l’ambiente naturale nel Sentiero di Palliccio, Porchiano del Monte (Amelia). Nell’installazione fotografica, legata al laboratorio realizzato in giugno con la danzatrice Lucia Guarino, l’autrice Futura Tittaferrante interviene con un site specific che sovrappone alla realtà attraversata quella rappresentata. In una sorta di punteggiatura poetica le immagini si svelano al fruitore in un gioco di corrispondenze, tra ombre e luci, con un invito all’interazione. È possibile attraversare il sentiero di Palliccio ogni giorno in modo autonomo, ma è possibile avere come guida il suo curatore e narratore, Marcello Paolocci, guida escursionistica ambientale. Chiamare il 342.8784501.

Nella “Væksthus, la serra dell’Odin Teatret”, voci e fotografie del famoso gruppo teatrale internazionale conducono lo spettatore in un’insolita esperienza tra visione e ascolto, con la regia di Rossella Viti e Roberto Giannini. Le interviste al regista Eugenio Barba e agli attori sono state raccolte dietro le quinte dello spettacolo La vita cronica, e organizzate in un racconto che esplora il rapporto dell’attore con il personaggio, e del regista con lo spettatore. Installazione artistica e testimonianza, la creazione è stata ospite di: Università Roma Tre, Festival di Isola di Confine, Marsciano (Pg), Uilt Trento, Festival Odin Teatret, Roma 2019. Fruibile con smarthphone, allo spazio Verdecoprente di Lugnano in Teverina. Ulteriori info e prenotazione: 327.2804920.

Orienteering Drama_Lugnano in Teverina. Un originale percorso-gioco immersivo e interattivo creato da Roberto Giannini e Rossella Viti per Ippocampo. Venti tappe, una mappa e venti storie nascoste nel segreto di un Qr code, costituiscono un percorso fruibile da utenti di ogni età, armati del proprio smartphone con auricolari. Nato nel 2020 con il sostegno di un Por FESR della Regione Umbria, il percorso invita alla scoperta di Lugnano in Teverina, uno dei Borghi più belli dItalia e dei suoi attrattori culturali e naturali, aprendo il cammino al gioco, allosservazione e allimmaginario per una esperienza personalizzata, nei modi e nei tempi, del territorio. Ulteriori info e prenotazioni: 3272804920. È richiesto un contributo di 5 euro. Sito: orienteeringdrama.org

I paesaggi-teatro e le comunità di Verdecoprente 2021 sono: Alviano, Amelia con Collicello, il sentiero di Palliccio e Porchiano del Monte, Giove, Guardea e Frattuccia, Lugnano in Teverina, Montecchio e Melezzole, l’oasi wwf Lago di Alviano-Guardea.

Verdecoprente 2021 si realizza con il contributo della Regione Umbria e la collaborazione dei Comuni di Alviano, Guardea, Lugnano in Teverina, Montecchio, dell’Oasi wwf Lago di Alviano-Guardea, il patrocinio della Provincia di Terni, Comuni di Amelia e Giove, Cesvol Terni, www.ognipasso.it.

L’accesso a spettacoli e installazioni è regolato secondo le norme per il contenimento del Covid 19 in vigore.

Per informazioni e prenotazioni: Roberto Giannini tel. 327.2804920 – verdecoprente@gmail.com – sito web: verdecoprente.com

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Teatro, danza, video art, installazioni e percorsi multimediali in suggestivi angoli dell’Umbria meridionale

TerniToday è in caricamento