Da Terni al mondo con Intercultura: 2.200 posti disponibili e 1.500 borse di studio in palio

Iscrizioni aperte fino al 10 novembre per i ragazzi interessati a vivere e studiare all'estero. Venerdì 18 ottobre l’incontro con i volontari di Intercultura di Terni

Si sono aperte il 1 settembre e si chiuderanno il 10 novembre le iscrizioni al concorso nazionale di Afs Intercultura, associazione onlus che dal 1955 in Italia, e dal 1964 a Terni, si occupa di scambi scolastici per ragazzi delle scuole superiori dai 15 ai 17 anni (quest’anno possono partecipare al concorso i nati tra il 1 luglio 2002 e il 31 agosto 2005).

In questo 2019 sono stati 2.250 i ragazzi partiti per un’esperienza all’estero della durata di un anno, di qualche mese o di qualche settimana. Di questi, 1.690 lo hanno fatto ottenendo una borsa di studio totale o parziale che la stessa Fondazione Intercultura, anche grazie all’aiuto di aziende, fondazioni, banche, e imprese con cui collabora, ha messo a disposizione.

L’associazione, che si basa su una rete di più di 5.000 volontari in tutta Italia, si occupa di scambi culturali per quelle ragazze e quei ragazzi che vogliono accettare la sfida di passare un periodo di studio all’estero, entrando così a contatto con mondi e culture distanti e diverse dalla propria. I ragazzi infatti, durante il loro periodo all’estero, alloggiano presso una famiglia del paese nel quale sono ospitati, e frequentano una scuola del posto proprio come farebbero in Italia.

Come candidarsi?

Quest’anno sono messi a concorso circa 2.200 posti e 1.500 borse di studio (totali e parziali). Le iscrizioni online sono già aperte. Accedendo al sito www.intercultura.it, è possibile iscriversi fino al 10 novembre 2019. Appena dopo la chiusura delle iscrizioni, prenderà il via il percorso di selezione composto da diverse fasi. Tra gennaio e febbraio verranno poi comunicati i risultati del concorso.

Cosa succede poi?

I vincitori inizieranno poi un percorso di formazione interculturale con i volontari, con lo scopo di prepararsi all’esperienza all’estero (una delle cose che rendono Intercultura unica nel suo genere, insieme alla certificazione delle competenze utili per il riconoscimento dei crediti formativi a scuola). La partenza per l’esperienza è poi prevista per l’estate 2020. In seguito, una volta rientrati dalla loro esperienza annuale, semestrale, trimestrale o bimestrale che sia, i ragazzi si vedranno riconosciuto dalla loro scuola il loro periodo di studio all’estero, come stabilito dalle linee di indirizzo sulla mobilità studentesca internazionale e individuale emesse dal Miur.

Quest’anno sono stati ben 10 gli studenti di Terni che sono partiti dalle scuole superiori della città verso gli Usa, la Svezia, il Perù, il Canada, l’Irlanda, la Finlandia, e l’Austria, per vivere un’esperienza alla scoperta di una nuova cultura e di loro stessi. Ma ci sono più di 55 paesi (dall’Asia all’America, passando per l’Africa, l’Europa e l’Oceania) come possibili destinazioni tra cui scegliere.

Maggiori informazioni, oltre che sul sito Intercultura, si possono trovare sulla pagina Facebook del Centro Locale di Terni - AFS Intercultura Terni, o chiamando o mandando un WhatsApp ai volontari di Terni - Valeria Tian (347-8642608) e Michele Pescolloni (340-1250633).

Inoltre, da annotare in agenda il già previsto incontro pubblico per venerdì 18 ottobre alle 16.30 presso la biblioteca comunale di Terni, durante il quale i volontari daranno maggiori informazioni riguardo i programmi all’estero, e risponderanno a tutti i possibili dubbi e domande di ragazzi e genitori.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Un clic per la scuola", un'altra iniziativa di Amazon in sostegno dell'educazione

  • Togli quel cellulare!", "Mamma, sto studiando!", le migliori app che ti aiutano a scuola

Torna su
TerniToday è in caricamento