rotate-mobile
Domenica, 27 Novembre 2022
Università San Gemini

La sostenibilità sociale ed economica per “rigenerare le nostre città e ripopolare le aree interne”

San Gemini, seconda edizione del convegno in collaborazione tra UnitelmaSapienza e amministrazione comunale

Partecipare con consapevolezza ed attivamente alle scelte necessarie per innovare, rigenerare e valorizzare le città e le aree interne del Paese. Questi i temi della seconda edizione del convegno “Educazione alla sostenibilità sociale ed economica. Rigenerare le nostre città e ripopolare le aree interne con approcci sostenibili e in linea con l’Agenda ONU 2030”.

Si è tenuta il 20 e il 21 ottobre 2022, presso il teatro comunale di San Gemini e in diretta sul canale YouTube di UnitelmaSapienza, la “due giorni” dell’evento promosso dall'Università degli Studi di Roma UnitelmaSapienza e dal comune ternano, in collaborazione con Metrofood-It, a corollario della partnership culturale che si propone di sviluppare idee e progetti nel territorio legati all'educazione alla sostenibilità.

Nel corso della prima giornata hanno aperto i lavori il magnifico rettore di UnitelmaSapienza Antonello Folco Biagini, l’assessore alla cultura della Regione Umbria Paola Agabiti, il sindaco di San Gemini Luciano Clementella e Cesare Manetti, Sapienza Università di Roma.

L’introduzione alla prima giornata di lavori è stata curata da Francesco Giorgino, Luiss e TG1 RAI, sul frame sustainability, a seguire la prima sessione “aree interne e rigenerazione urbana” con le relazioni di Felice Accrocca, arcivescovo di Benevento, Alessandro Bianchi (direttore della scuola La FeniceUrbana) sui temi della rigenerazione urbana e i nuovi modi di pensare le città, Rosella Castellano, direttrice del dipartimento di scienze giuridiche ed economiche di UnitelmaSapienza ed Andrea Billi (Sapienza) e Luca Tricarico (Luiss) sul patrimonio culturale e l’innovazione sociale per lo sviluppo delle aree interne.

La seconda sessione “servizi digitali e comunicazione” è stata aperta dal direttore di Radio RAI Roberto Sergio sui temi legati le tecnologie digitali e la società contemporanea, e poi lo switch off dell’FM e il passaggio alla Digital Audio Broadcasting DAB. Azzurra Rinaldi, direttrice della School of Gender Economics, ha parlato di economia, diversity e obiettivi di sostenibilità e Clarissa Valia, The Post Internazionale, di come la stampa può incentivare scelte sostenibili.

La terza sessione, dedicata alle realtà locali, è stata introdotta da Michele Giannone, UnitelmaSapienza, che ha chiarito la partnership culturale tra l’ateneo romano e il Comune di San Gemini. A seguire gli interventi delle studentesse e degli studenti delle scuole di Acquasparta e San Gemini che hanno sviluppato i temi della prima edizione del convegno, illustrando i risultati, con la partecipazione del dirigente scolastico Enrico Pasero. In chiusura il racconto dell’esperienza del progetto PNRR - rigenerazione dei borghi - sul Comune di Cesi con Paolo Cicchini e il lavoro sul territorio con Paolo Lanzi di Coldiretti.

La seconda giornata, a cura di Metrofood-It, si è aperta con le sessioni quarta e quinta introdotte e moderate da Cesare Manetti, Sapienza Università di Roma, sui temi legati all’ambito agroalimentare, alla digitalizzazione dell’informazione, alla qualità e valorizzazione dei prodotti. Agricoltura 4.0, misura della qualità, sicurezza e tracciabilità dei prodotti agro-alimentari, i laboratori portatili con Arduino e Smartphone: Massimo Iannetta, Claudia Zoani ed Emilia Pucci (ENEA), Cristiana Tozzi (Santa Chiara Lab, Università di Siena), Carlo Hausmann (Agro Camera Roma), Virgilio Maretto (pOsti), Giovanni Organtini (Sapienza).

A chiudere la due giorni, la tavola rotonda finale sul tema della divulgazione e comunicazione della cultura scientifica con Fabrizio Rufo (Sapienza), Marco Petitta (Sapienza), Mauro Ceccanti (Sapienza), M. Patrizia Messina (Sapienza) e le considerazioni finali del sindaco di San Gemini Luciano Clementella.

La seconda edizione dell’evento è stata patrocinata da Regione Umbria, I Borghi più belli d’Italia, Fondazione Cassa di Risparmio di Terni e Narni, Pro San Gemini, Cantina Violati.

Ha presentato e moderato le sessioni Roberto Sciarrone, di UnitelmaSapienza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La sostenibilità sociale ed economica per “rigenerare le nostre città e ripopolare le aree interne”

TerniToday è in caricamento