rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Meteo

“Sussulto” d’inverno poi l’anticiclone si riprende la scena: le previsioni meteo

Possibile un’incursione di un’ondata di freddo artico nella giornata di lunedì. Da martedì, temperature massime in salita accompagnate da nebbia. Piogge scarse, rischio siccità

Aumentano le probabilità che l’Italia sia interessata pur marginalmente da un impulso artico diretto dal nord Europa principalmente verso i Balcani. Nulla di eccezionale ben inteso, tuttavia causerà un po’ di movimento alla stasi anticiclonica che sta dominando quest’anomala stagione invernale (salvo poche eccezioni). “A seguito di questo passaggio – spiegano gli esperti di 3bmeteo - la cui traiettoria va detto è soggetta ancora a margini di incertezza data anche la distanza temporale, è assai probabile che ritorni un possente anticiclone. Dunque non solo non si risolve ma si acutizza il problema della siccità che sta colpendo diverse aree d’Italia e in particolare del nord, dove non piove seriamente dallo scorso novembre”.

Condizioni meteo variabili dunque tra domenica e lunedì con nubi frastagliate e deboli tratti instabili nel corso di lunedì (da confermare). Martedì mattina diffuse brinate o gelate ma cieli tersi. Successivamente, si ripristinano condizioni anticicloniche con temperature massime in aumento; aumenteranno anche le foschie o nebbie nelle valli interne e qualche nube bassa marittima sulle coste più esposte. All’incirca da metà mese in avanti la situazione potrebbe cambiare, con il ritorno di condizioni progressivamente più invernali, tendenza comunque che necessità di conferme.

SABATO

Insistono almeno sino al pomeriggio infiltrazioni umide alle medio-alte quote responsabili di nuvolosità e tratti debolmente piovosi in evoluzione da Toscana verso Lazio e Umbria; fenomeni in prevalenza effimeri. Migliora dal pomeriggio-sera. Venti meridionali, isolatamente moderati sulle coste laziali, ruoteranno nell’entroterra da nord-est entro notte.

DOMENICA

Tempo contraddistinto da cieli nuvolosi o parzialmente offuscati da nubi irregolai o frastagliate; verso sera maggiore nuvolosità sulla Toscana, con rade pioviggini notturne tra Versilia e Garfagnana, possibili anche sul pre-appennino laziale.

LUNEDÌ

Giornata caratterizzata da nuvolosità frastagliata o irregolare su Umbria e Lazio, sino alla mattinata sulla Toscana; possibili rapidi piovaschi o acquazzoni entro pomeriggio dettati dal passaggio di aria più fredda in quota. Nevischio sui monti della Laga dai 900/1000m circa. Rasserena ovunque in serata. Temperature massime intorno le medie del periodo, calo termico più netto avvertibile tra tardo pomeriggio e notte.

MARTEDÌ

Ritroveremo una giornata caratterizzata da cieli tersi sia sulla Toscana che su Umbria e Lazio. Brinate e gelate piuttosto diffuse a valle tra notte e mattino. Temperature – temporaneamente - di poco sotto le medie stagionali, specie in collina e montagna.

MERCOLEDÌ

Un campo di alte pressioni abbraccia la regione garantendo tempo stabile ed assolato ovunque. Nello specifico, sulle pianure settentrionali nubi sparse alternate a schiarite per l’intera giornata con tendenza ad ampi rasserenamenti in serata; su pianure meridionali e Appennino cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata.

GIOVEDÌ

Un campo di alte pressioni abbraccia la regione garantendo tempo stabile ed assolato ovunque. Nello specifico, sulle pianure settentrionali tempo perlopiù soleggiato, salvo nubi basse o banchi di nebbia al mattino; su pianure meridionali e Appennino cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata.

VENERDÌ

L’alta pressione è disturbata da infiltrazioni umide in serata, responsabili di un rapido aumento della nuvolosità dopo una giornata assolata. Nello specifico, sulle pianure settentrionali nubi basse e banchi di nebbia in sollevamento diurno; schiarite in serata. Sulle pianure meridionali cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata; sull’Appennino cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata, salvo la presenza di qualche addensamento serale.

SABATO

La pressione torna ad aumentare, favorendo un rapido diradamento delle nuvolosità sino a cieli sereni o poco nuvolosi già dal pomeriggio. Nello specifico, sulle pianure settentrionali cieli inizialmente molto nuvolosi o coperti ma con ampi e veloci rasserenamenti dalla tarda mattinata fino a cieli sereni o poco nuvolosi; su pianure meridionali e Appennino giornata in prevalenza poco nuvolosa, salvo presenza di nubi sparse al mattino.

DOMENICA

Un campo di alte pressioni abbraccia la regione garantendo tempo stabile ed assolato ovunque. Nello specifico, su pianure settentrionali, pianure meridionali e Appennino cieli in prevalenza sereni o poco nuvolosi per l’intera giornata.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

“Sussulto” d’inverno poi l’anticiclone si riprende la scena: le previsioni meteo

TerniToday è in caricamento