rotate-mobile
Meteo

Tornano sole e caldo, anche a ferragosto: le previsioni meteo per i prossimi giorni

Correnti fresche e temporali lasciano l’Italia, tra giovedì e il weekend torna l’anticiclone africano con temperature anche fino a 39 gradi: i dettagli

Le correnti fresche e instabili di stampo (quasi) autunnale che hanno contraddistinto gli ultimi giorni hanno le valigie in mano: tornano sole e caldo su tutta l’Italia. “Inizialmente sarà una rimonta anticiclonica di matrice azzorriana che potrà favorire ancora qualche debole fenomeno di instabilità a inizio settimana – spiega Carlo Miglore, meteorologo di 3bmeteo.com - poi le correnti in quota ruoteranno dai quadranti meridionali e il campo barico assumerà connotati sub tropicali africani con temperature in sensibile aumento rispetto a questi giorni”.

Domani, lunedì 7 agosto, possibile ancora un po’ di instabilità, soprattutto diurna, sulle regioni meridionali, in prevalenza medio basso Adriatico e Appennino con qualche occasionale sforamento di rovesci fino al golfo di Taranto. “Altrove il tempo sarà soleggiato, le temperature saranno gradevoli, ancora un po’ sotto media ma non di molto. Tra martedì e mercoledì pressione in rinforzo con tempo ovunque stabile e soleggiato. Le temperature tenderanno ad aumentare – aggiunge l’esperto - ma saranno ancora in linea col periodo salvo locali situazioni debolmente sopra media”.

Tra giovedì e il weekend tempo in prevalenza stabile e soleggiato sull’Italia, ma con caldo in aumento. C’è da mettere in conto solo qualche temporale pomeridiano sull’Appennino centrale specie venerdì e un possibile passaggio instabile tra sabato e domenica al nord, ma ancora tutto da valutare. Come temperature, entro la giornata di sabato dovrebbero tornare ovunque sopra media seppur non di molto mentre domenica si potranno toccare punte di 37/38°C sulle regioni centrali e su quelle meridionali”.

In vista del ferragosto, le previsioni parlano di un ritorno del caldo africano sull’Italia. “La tendenza è pressoché confermata e possiamo ritenerla quasi definitiva perché le ondate di caldo hanno una predicibilità maggiore sul medio e lungo periodo rispetto alle altre situazioni meteo. Si tratta a questo punto di capire quanto caldo farà e dove andranno a collocarsi i forti temporali che solitamente scorrono lungo la cresta dell’anticiclone africano”.

“Questa volta i massimi anticiclonici si collocheranno tra la Francia meridionale, il Mediterraneo centro occidentale e le regioni centro settentrionali della nostra Penisola. Quindi il rischio di forti temporali e grandine almeno in una prima fase, sarà per la Francia, la Germania e il Regno Unito. Qualche forte temporale non è escluso anche sulle nostre zone alpine e prealpine ma la direttrice non li porterebbe ad interessare le zone di pianura come invece accaduto a luglio. Per quanto riguarda il caldo invece, non ci sono i presupposti per pensare che le temperature possano raggiungere i valori estremi di luglio. Come massime si stima che i picchi potrebbero aggirarsi attorno ai 36/38°C per le regioni settentrionali, i 37/39°C per le regioni centrali e i 36/38°C per le regioni meridionali e le isole maggiori”.

“Dopo il 17, ma la situazione è ancora da valutare, quindi nella seconda parte della settimana, sostanzialmente il weekend 19-20, la depressione atlantica potrebbe approfondirsi sull’Europa occidentale. Di conseguenza i massimi anticiclonici si abbasserebbero di latitudine e nel contempo traslerebbero verso est. A quel punto il nord Italia resterebbe più esposto ad alcuni passaggi temporaleschi anche intensi con un contenuto calo termico mentre al sud il caldo si intensificherebbe”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tornano sole e caldo, anche a ferragosto: le previsioni meteo per i prossimi giorni

TerniToday è in caricamento