rotate-mobile
Giovedì, 18 Aprile 2024
Meteo

Domenica delle Palme tra pioggia e freddo, Italia divisa in due per la settimana di Pasqua

Meteo, le previsioni per i prossimi giorni: correnti artiche portano giù le temperature, il maltempo lambirà il centro della Penisola. I dettagli

Weekend fra sole, freddo e pioggia e una settimana di Pasqua che vedrà l’Italia divisa in due. Ecco le previsioni per i prossimi giorni secondo le elaborazioni degli esperti di 3bmeteo.

Quella di sabato sarà infatti una giornata di attesa, ma una depressione inizierà a scavarsi sottovento alle Alpi e domenica traslerà verso il centro-sud. Questa richiamerà al suo seguito aria fredda di origine artica che sul finire della settimana irromperà sull’Italia, provocando un nuovo generale calo termico ed instabilità crescente sulle regioni centro-meridionali, con fenomeni localmente intensi.

Quella di oggi, sabato primo aprile, al nord sarà una giornata in larga parte soleggiata, pur con addensamenti sulle Alpi di confine, specie franco-svizzere, e spruzzate di neve oltre i 1300m. Al centro annuvolamenti inizialmente presenti solo sulle zone interne appenniniche con locali fenomeni deboli in Abruzzo, condizioni più soleggiate altrove in mattinata. In giornata spiccata variabilità sulle zone appenniniche con qualche rovescio in sconfinamento alle Marche fin sulle zone costiere, localmente anche sull’alto Abruzzo. Al sud addensamenti al mattino su Campania e alta Calabria tirrenica con qualche pioviggine, tempo più soleggiato sulle altre regioni. Nel pomeriggio ampie schiarite sul versante tirrenico, su quello ionico e in Sicilia, un po’ di variabilità in Puglia con locali piogge sulle aree settentrionali. Temperature senza variazioni di rilievo.

“Domani, domenica 2 aprile – spiegano ancora da 3bmeteo - al nord il cielo sarà a tratti offuscato dal passaggio di strati alti, ma gli addensamenti diverranno più compatti sulle vette alpine confinali occidentali e in giornata su Triveneto ed Emilia Romagna. Al centro instabilità in aumento soprattutto dal pomeriggio, con piogge e rovesci in estensione dal versante tirrenico a quello adriatico e con qualche temporale tra Toscana, Lazio e Abruzzo interno, localmente accompagnato da grandine; neve in Appennino dai 1500/1700m. Poi in serata fenomeni in esaurimento sulle coste tirreniche a partire dalla Toscana. Al sud iniziali schiarite in mattinata, poi nel corso della giornata instabilità in aumento prima in Sicilia, dove sono attesi anche temporali entro sera, poi su tratti delle regioni peninsulari tirreniche, specie sulla bassa Calabria. Temperature in calo soprattutto al centro-sud”.

L’avvio della settimana si prevede con un’Italia divisa in due: pioggia e neve sui rilievi su medio adriatico e al Sud, sole prevalente e tempo asciutto altrove.

“Lunedì 3 aprile – spiega Francesco Nucera - la perturbazione giunta dall’Artico porterà piogge, rovesci e temporali su Abruzzo, Molise, Campania interna, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia. La neve è attesa nuovamente imbiancare i rilievi sopra gli 800-1000m, non si esclude qualche imbiancata a Potenza. Altrove invece avremo una assenza di pioggia con una prevalenza di sole. Soffieranno inoltre venti tesi di Bora e Tramontana a rendere il clima freddo per il periodo con raffiche fino a 60-80 km/h”.

Martedì 4 aprile avremo ancora instabilità al sud con precipitazioni irregolari, di tipo nevoso sui rilievi fino a quote di bassa collina sui versanti adriatici. Sole prevalente altrove. Temperature sotto le medie del periodo, massime non oltre i 10°C sui versanti adriatici per venti sostenuti da Grecale e Tramontana con raffiche che potranno raggiungere i 60-70 km/h. Nottetempo potranno verificarsi gelate notturne tardive su pianure e valli delle regioni del centro-nord.

“Fino a giovedì – prosegue l’esperto - continuerà l’afflusso freddo dai Balcani; il clima sarà freddo e perlopiù asciutto con gelate tardive nottetempo su valli e zone pianeggianti delle regioni centro settentrionali, eccetto per una variabilità con qualche fenomeno su Nord Est, Appennino, Isole ed estremo Sud. Venti tesi ancora di Tramontana e Maestrale ma in graduale attenuazione. Per il weekend di Pasqua invece dipenderà da quanta forza avrà l'anticiclone di contrastare la circolazione depressionaria a carattere freddo che in questa prima parte di aprile caratterizzerà il tempo su molte nazioni”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Domenica delle Palme tra pioggia e freddo, Italia divisa in due per la settimana di Pasqua

TerniToday è in caricamento