rotate-mobile
Domenica, 22 Maggio 2022
Meteo

Addio sole, arriva la perturbazione di San Valentino: le previsioni meteo

Nuvole e pioggia segneranno l’inizio della settimana che poi lascerà la regione. Temperature massime in calo, nuovo peggioramento per il prossimo weekend

Perturbazione di San Valentino in arrivo dall’Atlantico raggiungerà nelle ultime ore di domenica l’estremo nordovest e l’alto Tirreno, dove le nubi tenderanno ad aumentare e il tempo comincerà a peggiorare. Ma sarà dall’inizio della nuova settimana che irromperà il fronte vero e proprio capace di smantellare quello che fino ad ora è stato un inossidabile anticiclone che ci tiene compagnia da inizio inverno. Si tratterà di una perturbazione atlantica, una delle pochissime degli ultimi mesi, pilotata da un vortice che si approfondirà subito ad ovest dello Stivale e foriera di piogge e rovesci che si estenderanno dal nordovest al nordest e alle regioni centrali tirreniche, martedì anche a parte del Sud, risultando localmente consistenti. E con esse tornerà anche la neve sulle Alpi, fino a quote collinari o a tratti addirittura in pianura su parte del nordovest, qualche nevicata prevista inoltre sull’Appennino centro-settentrionale. Martedì la perturbazione abbandonerà il nordovest e si concentrerà su nordest e regioni centrali con piogge e rovesci localmente abbondanti, in successiva estensione anche al sud. Tutti gli aggiornamenti sul sito 3bmeteo.com.

DOMENICA

La perturbazione atlantica si avvicina all’Italia da nordovest, richiamando umide correnti sud-occidentali sul medio versante tirrenico. Variabilità sin dal mattino sul Lazio con qualche occasionale piovasco o breve rovescio, molto localizzato. Più sole tra Umbria e Toscana ma con tendenza ad aumento progressivo della copertura e anche qualche pioggia entro il pomeriggio sulla Maremma, in occasionale estensione ai settori umbri. Temperature in calo nei valori minimi, specie tra Toscana e Umbria dove si potranno avere locali gelate; massime in ripresa e in generale addolcimento termico anche in quota.

LUNEDÌ

Tempo in ulteriore peggioramento su Toscana, Umbria e Lazio, complici instabili correnti di matrice atlantica che anticipano l’ingresso di una perturbazione. Nubi irregolari con piogge sparse, anche a carattere di rovescio, più insistenti sull’alta Toscana; altrove non mancheranno anche pause asciutte e parzialmente soleggiate. Neve sull’Appennino in genere a partire dai 1300-1500m, a tratti anche a quote inferiori sulle Apuane. Temperature massime in lieve calo, minime in ascesa.

MARTEDÌ

Transita la parte attiva della perturbazione atlantica su Toscana, Umbria e Lazio, responsabile di piogge e rovesci diffusi in avanzamento da ovest verso est, localmente anche abbondanti. Precipitazioni in attenuazione tra pomeriggio e sera a partire dai settori costieri. Temperature in calo nei massimi; neve mediamente dai 1300-1600m di quota. Venti sostenuti di Scirocco fino al pomeriggio, poi in attenuazione e rotazione da ovest con rinforzi essenzialmente al largo e sulle coste dove le raffiche potranno superare i 50-60km/h.

MERCOLEDÌ

La perturbazione evolve verso Levante favorendo un miglioramento su Toscana, Umbria e Lazio, salvo residue piogge in nottata su quest’ultimo. Da segnalare il ritorno di nebbie mattutine sulle vallate, specie tosco-umbre. Temperature in aumento nei massimi.

GIOVEDÌ

La pressione torna ad aumentare favorendo un rapido diradamento delle nubi basse e/o delle nebbie sino a cieli sereni o poco nuvolosi già dal pomeriggio. Nello specifico, sulle pianure settentrionali nubi basse e banchi di nebbia in sollevamento diurno; rasserena in serata. Sulle pianure meridionali tempo perlopiù soleggiato, salvo nubi basse o banchi di nebbia al mattino; sull’Appennino cieli inizialmente molto nuvolosi o coperti ma con ampi e veloci rasserenamenti dalla tarda mattinata fino a cieli sereni o poco nuvolosi.

VENERDÌ

L’alta pressione si indebolisce parzialmente, favorendo l’ingresso di correnti più umide responsabile di un rapido aumento della nuvolosità dal pomeriggio. Nello specifico, sulle pianure settentrionali cieli inizialmente poco o parzialmente nuvolosi, con formazioni di nebbie al pomeriggio; nubi sparse in serata. Sulle pianure meridionali cieli inizialmente poco o parzialmente nuvolosi, con formazioni di nebbie al pomeriggio; nuvoloso o molto nuvoloso in serata. Sull’Appennino cieli in prevalenza poco o parzialmente nuvolosi, ma con addensamenti talora intensi nelle ore centrali della giornata. Formazione di nebbie in serata.

SABATO

Infiltrazioni umide raggiungono la regione determinando molte nubi con cieli in prevalenza nuvolosi o molto nuvoloso, ma senza fenomeni degni di nota. Nello specifico, su pianure settentrionali e sull’Appennino giornata grigia con cieli in prevalenza molto nuvolosi o coperti, ma con assenza di fenomeni significativi; sulle pianure meridionali cieli molto nuvolosi o coperti con parziali aperture durante la seconda parte della giornata.

DOMENICA

Infiltrazioni umide raggiungono la regione determinando molte nubi con cieli in prevalenza nuvolosi o molto nuvoloso, ma senza fenomeni degni di nota. Sulle pianure settentrionali cieli molto nuvolosi o coperti con parziali aperture durante la seconda parte della giornata; sulle pianure meridionali nubi sparse alternate a schiarite per l’intera giornata con tendenza ad ampi rasserenamenti in serata; sull’Appennino cieli inizialmente molto nuvolosi o coperti ma con ampi e veloci rasserenamenti dalla tarda mattinata. Dalla sera nuovo e rapido aumento della nuvolosità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Addio sole, arriva la perturbazione di San Valentino: le previsioni meteo

TerniToday è in caricamento