rotate-mobile
Martedì, 31 Gennaio 2023
Meteo

Freddo e neve nel fine settimana, poi una pausa. Ma da giovedì nuova incursione artica

Le previsioni meteo per i prossimi giorni: attese precipitazioni nevose in queste ore, possibile nuovo peggioramento da metà settimana

Fine settimana tra freddo e possibili nevicate anche a quote basse nel centro e sud del Paese e quindi anche in Umbria. Poi il “generale inverno” potrebbe concedere una pausa e tornare a farsi sentire da metà settimana. Ecco le previsioni per i prossimi giorni secondo gli esperti di 3bmeteo.com.

METEO DOMENICA.

Al nord schiarite al nordovest, nuvolosità irregolare al nordest in estensione fino alla Val Padana occidentale entro sera. Addensamenti più compatti ancora sulla Romagna e sull’Emilia orientale con rovesci intermittenti, anche temporaleschi nel pomeriggio sulla costa. Neve a quote molto basse, dai 100m circa, a tratti anche più in basso in corrispondenza dei fenomeni più intensi.
Al centro instabilità diffusa sulle Marche con piogge e rovesci anche temporaleschi e neve dai 100/300m, a tratti a quote inferiori nella prima parte della giornata quando non escluso che fiocchi misti a pioggia possano raggiungere il litorale. Inizialmente più soleggiato altrove, salvo rovesci sul basso Lazio. Entro sera però instabilità in aumento sulla costa abruzzese con nuove piogge e rovesci in arrivo.
Al sud instabile sul versante tirrenico, Sicilia, Lucania e Salento con rovesci più frequenti sulle coste campane, più asciutto sul resto della Puglia e sui settori ionici peninsulari. In giornata però aumenta l'instabilità anche sui restanti settori peninsulari con rovesci a tratti temporaleschi entro sera su Basilicata e Salento. Neve dai 600/800m, compresa la Sicilia. Spiccata variabilità in Sardegna con qualche pioggia intermittente. Temperature stabili. Venti a rotazione ciclonica.

LE PREVISIONI PER LA SETTIMANA

Il vortice mediterraneo generatosi intorno all’Italia continuerà a venire alimentato dall’aria fredda in discesa dalle latitudini artiche anche nei primi giorni della prossima settimana. Nella giornata di lunedì una serie di impulsi ruoterà intorno al suo centro, prendendo di mira soprattutto il versante adriatico centro-settentrionale dal Friuli fino all’Abruzzo, ad inizio giornata anche alla Puglia. Ne conseguiranno piogge e rovesci con nuove nevicate a quote basse, a tratti non escluse fino in pianura tra Marche e Romagna. Lo stesso impulso estenderà i suoi effetti verso ovest sulla Val Padana, raggiungendo Lombardia e Piemonte entro sera e dando luogo a nevicate a quote basse. Un altro impulso, un po’ meno organizzato, interesserà da inizio giornata isole maggiori e regioni del basso Tirreno, con piovaschi e qualche nevicata a quote collinari.

Fino a metà settimana la circolazione depressionaria insisterà sul Mediterraneo, anche se con il passare dei giorni perderà di intensità, riducendosi parzialmente l’apporto freddo dalle latitudini settentrionali. Sarà comunque in grado di dar luogo a giornate ancora a tratti instabili martedì e mercoledì sulle regioni adriatiche, al sud e sulle isole maggiori con nevicate intermittenti fino a quote collinari. Maggiori stabilità è attesa al nord e sulle tirreniche centro-settentrionali, ma con clima ancora freddo.

Tra giovedì 26 e venerdì 27 gennaio potrebbe concretizzarsi una nuova irruzione di aria fredda dalle latitudini artiche verso il Mediterraneo. “Se la tendenza sarà confermata – concludono gli esperti di 3bmeteo - potremmo aspettarci l’approfondimento di un nuovo vortice intorno all’Italia, con recrudescenza dell’instabilità e nevicate a quote basse. Difficile dire quali settori dello Stivale saranno più coinvolti, poiché tutto dipenderà dall'esatta collocazione del vortice, ad oggi ancora incerta a causa della distanza temporale”. Tutti gli aggiornamenti sul sito.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Freddo e neve nel fine settimana, poi una pausa. Ma da giovedì nuova incursione artica

TerniToday è in caricamento