rotate-mobile
Meteo

Temporali e grandinate: giugno inizia nel segno del maltempo, ecco dove e quando

Peggioramento da giovedì, possibili perturbazioni anche nel fine settimana: i dettagli e le previsioni per i prossimi giorni

Una fase di tempo instabile dovrebbe caratterizzare l’inizio del mese di giugno e andare a “guastare” anche il weekend del 2 giugno, festa della Repubblica. Questo stando almeno alle proiezioni degli esperti di 3bmeteo che tracciano un quadro dell’evoluzione per i prossimi giorni.

“Due gli impulsi perturbati – spiegano - che porteranno forti temporali, nubifragi e grandine con possibili nuove criticità. Il primo è atteso tra la notte di giovedì e buona parte della giornata di giovedì e il secondo venerdì. Per il momento non abbiamo ancora una stima delle precipitazioni cumulabili ed è ancora presto per fare delle valutazioni precise, ma pensiamo che in alcune zone si potranno superare anche i 100mm. Prima di questa acuta fase di maltempo, avremo solo dell’instabilità un po’ su tutta l'Italia martedì e prevalentemente al centrosud mercoledì”.

Più nel dettaglio, i meteorologi dicono che nella giornata di martedì, “la saccatura formata dal fronte di lunedì insisterà ancora sull’Italia nord orientale stimolando dei temporali ancora localmente forti, sia al mattino che localmente nelle ore centrali della giornata. In serata è prevista un’attenuazione progressiva dei fenomeni. Dei temporali interesseranno anche il centro e il sud, ma saranno temporali pomeridiani che tenderanno a formarsi tra l’Appennino e l’Adriatico e potranno risultare anche intensi. Il nordovest e in generale tutta la fascia tirrenica e le isole maggiori dovrebbero vedere più sole. Le temperature saranno in lieve e contenuto aumento al nord, in lieve calo altrove”.

Mercoledì, un temporaneo “promontorio anticiclonico di matrice azzorriana si estenderà all’Italia garantendo condizioni di tempo migliore. Al mattino dovrebbe prevalere il sole salvo qualche addensamento lungo l’Adriatico che potrebbe portare alcuni rovesci. Nel pomeriggio è prevista una intensificazione dell’instabilità con temporali tra le zone interne appenniniche e la fascia adriatica. Isolati piovaschi saranno possibili anche sulle Alpi. Nel corso della notte forti temporali in arrivo su buona parte del nord. Le temperature non dovrebbero subire variazioni significative”.

Arriviamo infine alle giornate di giovedì e di venerdì, caratterizzate da “una acuta fase di maltempo destinata a colpire prevalentemente il nord e parte del centro”. Giovedì i fenomeni più intensi dovrebbero interessare soprattutto Lombardia, Triveneto, Emilia Romagna, a tratti Toscana, Umbria e Marche. Saranno quasi tutti temporali con alto rischio di nubifragi e di grandine. Venerdì dovrebbe essere preso un po’ tutto il nord e ancora le stesse zone del centro. Le temperature saranno in sensibile aumento al centro e al sud.

Per il primo weekend di giugno, le ultime proiezioni continuano a proporre scenari di maltempo che coinvolgeranno – probabilmente - l’Italia settentrionale e una parte del centro.

“Nelle linee generali – concludono gli esperti - ci aspettiamo maltempo sulle regioni del nord e parzialmente anche al centro, soprattutto tra Toscana Umbria e Marche. La tipologia prevalente di precipitazioni sarà il rovescio o il temporale e c’è il rischio che i fenomeni possano essere forti e accompagnati da grandine. Sul resto della Penisola, prevarranno con ogni probabilità condizioni anticicloniche poco disturbate da qualche transito nuvoloso e con temperature al di sopra delle medie al sud che potrebbe tornare a vedere massime fino a 32/33°C. Per ora non andiamo oltre, maggiori dettagli li avremo nel corso dei prossimi aggiornamenti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Temporali e grandinate: giugno inizia nel segno del maltempo, ecco dove e quando

TerniToday è in caricamento