Seggiolini anti abbandono, da oggi disponibile il Bonus ma il sito del MIT è "down"

Scatta dal 20 febbraio la possibilità di richiedere il contributo statale di 30 euro per acquistare il seggiolino che protegge il bebè da involontaria dimenticanza in auto, ma attualmente il sito ministeriale non funziona

Il sito del MIT è in queste ore impossibile da raggiungere. Infatti, a partira da oggi 20 febbraio si apre la possibilità di richiedere il contributo statale di 30 euro per l'acquisto dei dispositivi anti abbandono obbligatori per legge per trasportare in auto bambini fino ai 4 anni di età. Probabilmente il sito è stato letteralmente preso d'assalto dai molti che desiderano accedere alla procedura per la richiesta.

Nel momento in cui la pagina web del Ministero dei Trasporti sarà nuovamente disponibile, ecco come si dovrà procedere per richiedere il contributo.

Seggiolini anti abbandono: come richiedere il bonus

Accedere al contributo è molto semplice: per richiedere il bonus ci si deve registrare sulla piattaforma Sogei accessibile dal sito del Mit. Dopodiché si avrà un mese di tempo per spendere la cifra per l'acquisto dell'apparato oppure sarà necessario farne nuova richiesta.

"Il contributo - si legge sul sito del ministero - è erogato mediante il rilascio di un buono di spesa elettronico di 30 euro per l'acquisto del dispositivo anti abbandono associato al codice fiscale di un minore".

Per chi ha già effettuato l'acquisto, è previsto un rimborso. Per ottenerlo bisogna inviare una richiesta entro 60  giorni dall'operatività della piattaforma, allegando copia dei giustificativi di spesa, scontrino fiscale o fattura. I 30 euro saranno accreditati entro 15 giorni dalla richiesta sulla piattaforma. 

Seggiolini anti abbandono, attenzione alle multe

Per chi non si metterà in regola con i seggiolini anti abbandono, a partire dal 6 marzo scatteranno le sanzioni: dagli 83 ai 333 euro (che si riducono a 58 e 100 euro se si paga entro cinque giorni) con sottrazione di 5 punti dalla patente. Se si commettono due infrazioni in 2 anni scatta la sospensione della patente da 15 giorni a due mesi.

Seggiolini anti abbandono: quali scegliere

Online si trovano decine e decine di prodotti disponibili dai costi più variabili, tra i quali è difficile scegliere. I dispositivi, prescrive la normativa, non necessitano di una specifica omologazione ma devono essere accompagnati da un certificato di conformità rilasciato dal produttore. È necessario che si attivino automaticamente a ogni utilizzo senza bisogno che il conducente compia ulteriori azioni, dando un segnale di conferma di avvenuta attivazione. In caso di abbandono, devono attivarsi con segnali visivi e acustici o visivi e di vibrazione e i segnali devono essere percepibili o all'interno o all'esterno del veicolo. È possibile inoltre che seggiolini e dispositivi anti-abbandono siano collegati allo smartphone del genitore con una app o tramite Bluetooth per inviare notifiche.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Bancomat “intelligente”, stampa ed eroga banconote: arriva da Terni l’idea che sfida il riciclaggio di denaro

  • Esce dall'auto e poco dopo si accascia a terra e muore. Un sabato pomeriggio drammatico a Ferentillo

  • Non paga la dose di cocaina al pusher ed è costretto a cedergli i suoi valori personali. La polizia intrappola un 25enne di Orvieto

  • Bonifico da centomila euro per gli stipendi dei dipendenti sparisce nel nulla: denuncia e indagini

  • Caccia al cinghiale. C'è la proroga stabilita dalla giunta regionale

  • Umbria Arancione | Nuove restrizioni. Tutte le regole in vigore fino al 31 gennaio

Torna su
TerniToday è in caricamento