rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Umbria, i poliziotti non danno ragione al parente dopo l'incidente: padre e fratello aggrediscono gli agenti

I due sono stati denunciati per rifiuto di fornire le generalità e oltraggio e minacce a pubblico ufficiale, il conducente perché era senza cintura e senza revisione all'auto. Accaduto a Perugia

Gli agenti della Polizia di Stato di Perugia sono intervenuti sul luogo di un incidente stradale, con feriti, in via Ciro Menotti.

Dai primi accertamenti è emerso che il guidatore, un 32enne perugino rimasto ferito nell'impatto, al momento dell’uscita di strada del veicolo, era privo di cinture di sicurezza; l’auto, inoltre, è risultata avere la revisione scaduta.

Una volta iniziati i rilievi, però, i poliziotti sono stati aggrediti verbalmente dai parenti del 32enne, contrariati dalla ricostruzione del sinistro.

Nonostante i ripetuti inviti a tenere un comportamento più rispettoso e contenuto, i due uomini, padre e fratello del conducente, rispettivamente di 51 e 30 anni, hanno continuato a inveire e minacciare i due operatori che, a quel punto, hanno richiesto i documenti ad entrambi per una compiuta identificazione.

Dopo un iniziale rifiuto, il 51enne ha fornito la propria carta d’identità agli agenti; il 30enne, invece, rimasto fermo nella sua posizione, è stato accompagnato in Questura.

I due sono stati denunciati per rifiuto di fornire le generalità e oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Il conducente è stato multato per aver guidato senza cintura di sicurezza e mancata revisione del veicolo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, i poliziotti non danno ragione al parente dopo l'incidente: padre e fratello aggrediscono gli agenti

TerniToday è in caricamento