rotate-mobile
Lunedì, 29 Maggio 2023
Notizie dall'Umbria

Botte e insulti all’asilo nido, maestra finisce sotto indagine

Il gip del tribunale di Perugia ha disposto nei confronti della donna l’applicazione della misura cautelare dei divieto di avvicinamento alla struttura

L’accusa è maltrattamento di bambini. I carabinieri di Perugia hanno dato esecuzione a una misura cautelare nei confronti della titolare di un asilo nido di Corciano, indagata per il reato di maltrattamenti nei confronti di bambini di età compresa tra i sei mesi e tre anni.

Il provvedimento, emesso dal gip del Tribunale di Perugia, prevede per la donna il divieto di avvicinamento all’asilo in cui lavorava anche come responsabile ed educatrice.

“Le indagini, partite da una denuncia – scrive in una nota la procura di Perugia - sono state eseguite attraverso intercettazioni audio e video eseguite all’interno della struttura; le immagini registrate dalle telecamere hanno documentato diversi episodi di maltrattamenti nei confronti dei bambini frequentatori dell’asilo”. E ancora: “Dalle immagini sarebbero emersi maltrattamenti avvenuti in modo abituale nei confronti dei piccoli spesso costretti a subire offese e strattonamenti”.

L’indagata, prosegue la procura di Perugia, “con comportamenti gravemente lesivi dell’integrità psichica e fisica dei minori affidati alle sue cure, avrebbe anche malmenato i bambini. Le condotte sarebbero state rivolte anche nei confronti di quei bambini affetti da maggiori problematiche e difficoltà e non in grado di raccontare ai propri genitori quanto accadeva”.

Il gip del tribunale di Perugia ha disposto nei confronti della donna l’applicazione della misura cautelare dei divieto di avvicinamento all’asilo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Botte e insulti all’asilo nido, maestra finisce sotto indagine

TerniToday è in caricamento