rotate-mobile
Sabato, 18 Maggio 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, confermata la presenza del Fentanyl: è la "droga degli zombie", basso costo e mortalità alta

Una dose intercettata dagli operatori di strada: la conferma arriva dall’Istituto Superiore di Sanità. Accaduto a Perugia

Altro pericoloso segnale di una escalation moderata ma costante della presenza in Umbria del Fentanyl, la droga che trasforma uomini e donne in una sorta di zombie accampati in strade e piazze di periferia - dove gli unici risveglio sono determinati dalla ricerca disperata di una nuova dove dose - che nelle grandi città degli Usa è diventata una vera e propria epidemia. L’Istituto Superiore di Sanità ha confermato la presenza di Fentanyl nel residuo di una dose di eroina che, dopo il sequestro avvenuto a Perugia, è stato inviato per un check più approfondito - l'esito era dubbio - dalla Medicina Legale dell’Università degli Studi di Perugia, è stato inviato all’Istituto Superiore.

La conferma fa salire l'attenzione di tutti gli operatori del settore: si tratta infatti una droga devastante più dell'eroina e persino del crack e addirittura a prezzo molto più basso (20 euro a pasticca) delle sostanze derivanti dall'oppio. Il rischio overdose letale è altissimo: 4 probabilità ogni 10 assunzioni se il Fentanyl è trattato - non più la semplice pasticca medica utilizzata nella Sanità per arginare i dolori cronici provocati da alcuni tumori in stato avanzato  - con metanfetamina, cocaina, crystal meth e vari mix può impedire la risposta al naloxone, l’antidoto per l’overdose da oppioidi. Da qui quella che viene chiamata la strage silenziosa determinata dalla droga degli zombie.

Il residuo di sostanza da taglio utilizzata per la dose di eroina è stata consegnata agli operatori dell'Unità di Strada da un tossicodipendente non in cura al Sert dell'Usl 1, preoccupato per l'effetto anomalo subito dopo l'assunzione.  

Tra gli effetti collaterali a breve termine ci sono nausea, vomito, stipsi e confusione mentale. L’abuso di Fentanyl può causare però anche degli effetti indesiderati importanti, a volte letali: come la depressione respiratoria che è la tipica causa di morte da sovradosaggio da oppioidi e anche da Fentanyl.  Sono sufficienti appena 2-3 milligrammi per uccidere una persona provocando il soffocamento.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, confermata la presenza del Fentanyl: è la "droga degli zombie", basso costo e mortalità alta

TerniToday è in caricamento