Contributi alle famiglie numerose, il Pdf Umbria rilancia: non si risolve così il problema della detanalità

La Regione introduce un bonus per i nuclei con almeno quattro figli, il Popolo della famiglia alza il tiro: chiediamo con forza un reddito di maternità ed una fiscalità che premi il quoziente familiare

“Ogni volta che viene deliberato un sostegno economico alle famiglie, non possiamo che essere solidali con chi beneficia di questo piccolo contributo, ma fintanto che non vedremo un intento organico, strutturato sul medio e lungo periodo, che prenda in seria considerazione l’attuazione di misure drastiche e consistenti, che miri a risolvere il problema della denatalità, non potremo ritenerci né soddisfatti, né tranquilli”.

Così Marco Sciamanna, presidente del Popolo della famiglia Umbria, interviene sul recente regolamento varato dalla giunta regionale dell’Umbria che introduce un contributo destinato alle famiglie numerose.

“Con l’Umbria che mostra dati ancor più preoccupanti rispetto alla media nazionale (siamo fra le ultime 5 regioni come tasso di natalità, con appena 6,31 nati all’anno ogni 1000 abitanti) è indispensabile adottare misure urgenti in favore della maternità. Il giusto sostegno alle famiglie numerose non deve distrarre dall’urgenza nazionale di invertire la rotta ed è per questo che, ancora una volta, torniamo a chiedere con forza un reddito di maternità ed una fiscalità che premi il quoziente familiare”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“La questione del declino demografico che ha correlazioni strettissime con la situazione di crisi ed incertezza economica rileva Sciamanna - è una partita che si gioca su un tavolo con tre gambe: natalità, maternità e famiglia. Se uno solo di questi elementi portanti viene a mancare, cade tutto. Non può esistere e sopravvivere nessuna società che non dia una priorità strategica a questi aspetti fondamentali che non possono essere classificati come ideologici e confinati al margine di un’azione politica”, conclude Sciamanna, chiedendo a tutte le istituzioni pubbliche, Regione e Comuni compresi, di pianificare e riorientare i loro programmi in favore della maternità.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lugnano, un'edicola acquistata da un mese già rischia di chiudere: "Mi avevano detto che era tutto a posto"

  • Ferite al volto e alla testa e una spalla fratturata: anziano aggredito in centro a Terni mentre va a votare

  • Rissa in pieno centro a Terni tra lo stupore dei passanti, giovane trasportato all’ospedale

  • Flavio e Gianluca, la “lezione” non è servita. E il metadone di Terni continua a fare “vittime”

  • Coraggio e senso di appartenenza, due giovani aprono una nuova attività. Primissima volta a Terni: “Grande orgoglio”

  • Sesso e droga con due minorenni. Nei guai un trentenne ternano

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento