Sabato, 31 Luglio 2021
Notizie dall'Umbria

Niente differenziata e squadre speciali: cambia il servizio di raccolta dei rifiuti per chi è positivo al Coronavirus

Ordinanza della Regione Umbria per chi si trova in isolamento o in quarantena. Arrivano kit speciali per il conferimento dell’immondizia, più operazioni di pulizia per i mezzi adibiti al trasporto del materiale

Squadre “speciali”, kit specifici per il conferimento dell’immondizia e niente differenziata. L’emergenza Coronavirus cambia – in parte – anche il metodo di raccolta e smaltimento dei rifiuti per quei soggetti che, positivi al Covid19, si trovino in isolamento o in quarantena

La presidente della Regione, Donatella Tesei, ha firmato un’ordinanza che stabilisce le “modalità di trattamento dei rifiuti prodotti da soggetti positivi al virus SARS-Cov-2 che si trovano in isolamento o in quarantena obbligatoria”. L’ordinanza stabilisce che “i rifiuti provenienti da locali e luoghi adibiti ad uso di civile abitazione in cui dimorino soggetti risultati positivi al virus vengano raccolti e conferiti in maniera indifferenziata, senza procedere cioè alla raccolta differenziata”.

Saranno i gestori del servizio di raccolta, in accordo con i comuni interessati, che dovranno “organizzare un servizio dedicato avvalendosi di opportuni dispositivi e procedure di raccolta” e che dovranno “consegnare ai diretti interessati kit per il ritiro del rifiuto comprendente almeno sacchi e nastro adesivo”.

Ai gestori spetterà inoltre il compito di prevedere “operazioni di pulizia e sanificazione dei mezzi di trasporto e operazioni di trasbordo nel caso di ridotti quantitativi di rifiuti per ridurre al massimo il numero di mezzi di conferimento in discarica”.

I rifiuti saranno conferiti “direttamente presso le discariche regionali e depositati minimizzando la manipolazione e assicurandone la tempestiva copertura. I rifiuti sono conferiti all’interno di appositi big-bags omologati e certificati, aventi adeguate caratteristiche di resistenza per garantire la sicurezza nel trasporto e nello stoccaggio degli stessi in modo da evitare qualsiasi fuoriuscita del materiale. I gestori delle discariche mantengono un registro giornaliero nel quale viene indicata la zona di conferimento ed i quantitativi conferiti”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Niente differenziata e squadre speciali: cambia il servizio di raccolta dei rifiuti per chi è positivo al Coronavirus

TerniToday è in caricamento