rotate-mobile
Domenica, 14 Agosto 2022
Notizie dall'Umbria

Coronavirus, pioggia di ristori per i gestori di piscine al coperto e sale cinematografiche: “Sosteniamo la ripartenza”

L’annuncio dell’assessore regionale allo sport e cultura Paola Agabiti: “L’intervento si aggiunge alle misure già in precedenza intraprese a sostegno del tessuto economico e sociale della nostra regione”

Un ulteriore incentivo per sostenere le attività colpite dall’emergenza sanitaria. L’assessore regionale allo sport ed alla cultura Paola Agabiti annuncia l’iniziativa a supporto delle associazioni e società sportive dilettantistiche che gestiscono piscine al coperto e le imprese che svolgono attività di proiezione cinematografica le quali: “Potranno accedere ai ristori previsti dalla Giunta regionale dell’Umbria. Con l’atto approvato oggi – mercoledì 20 ottobre – l’esecutivo amplia la platea dei beneficiari al fine di sostenere le realtà più duramente colpite dalla pandemia, includendo nella possibilità di accesso ai contributi anche le attività natatorie nelle piscine coperte e le sale cinematografiche. Si tratta – ha aggiunto l’assessore - di due settori che hanno subito una forte battuta d'arresto, lamentando una considerevole perdita di fatturato. L’intervento che abbiamo messo in atto potrà concretamente sostenere queste attività nel corso della ripresa a pieno regime, che auspichiamo avvenga al più presto. Inoltre si computa alle misure già in precedenza intraprese a sostegno del tessuto economico e sociale della nostra regione”.

A tal proposito: “Nei prossimi giorni, grazie all’individuazione di ulteriori risorse, verranno pubblicati nuovi avvisi che consentiranno di ampliare maggiormente la platea delle attività economiche le quali potranno beneficiare degli aiuti, al fine di favorire il rilancio dell’economia regionale”. Le risorse destinate alla misura ammontano complessivamente a 700 mila euro, equamente divisi tra le società che gestiscono le piscine coperte e le sale cinematografiche. Relativamente all’intervento, è previsto un contributo a fondo perduto per le associazioni ed imprese beneficiarie che hanno subito, nell'anno 2020, una riduzione del fatturato nella percentuale minima del 15% rispetto all'anno 2019. La domanda andrà presentata utilizzando la propria identità digitale SPID - Sistema Pubblico di identità Digitale - attraverso credenziali di secondo livello ed esclusivamente in modalità telematica. L'istruttoria di ammissibilità delle domande è a carico del Sviluppumbria. L’avviso verrà a breve pubblicato su apposita piattaforma, all’interno del sito istituzionale della Regione Umbria.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus, pioggia di ristori per i gestori di piscine al coperto e sale cinematografiche: “Sosteniamo la ripartenza”

TerniToday è in caricamento