rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, detenuta tenta il suicidio in cella: salvata da un'agente della Penitenziaria

L'episodio nella sezione femminile del carcere di Perugia. Il sindacato Sappe: "Gravi carenze di organico"

Una detenuta ha tentato il suicidio nel settore femminile del carcere di Capanne a Perugia. La donna è stata salvata da un’agente intervenuta dopo essere stata avvertita da altre detenute. La notizia è stata data da Fabrizio Bonino, segretario nazionale per l’Umbria del Sindacato autonomo polizia penitenziaria.

L’episodio si è verificato sabato 3 giugno durante la pausa mensa. Alcune detenute hanno avvertito l’agente di turno delle intenzioni della loro compagna di cella. L’agente è andata a controllare e ha trovato la porta del bagno socchiusa e la detenuta appesa alle sbarre con un lenzuolo.

Sciolto il nodo e deposta a terra la donna, l’agente ha chiamato i soccorsi. L’intervento ha impedito un altro decesso in carcere. Il segretario del Sappe per l’Umbria ha elogiato l’operato della poliziotta della Penitenziaria, un corpo che ha Perugia presenta “gravi carenze” nei numeri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, detenuta tenta il suicidio in cella: salvata da un'agente della Penitenziaria

TerniToday è in caricamento