Mercoledì, 17 Luglio 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, inchiesta sanità: condannati Gianpiero Bocci, Catiuscia Marini e Luca Barberini

Sono 23 gli imputati per i presunti concorsi truccati nella sanità regionale

Catiuscia Marini condannata a 2 anni di reclusione e Gianpiero Bocci a 2 anni e 7 mesi nell’ambito del procedimento per i concorsi truccati nella sanità regionale. Condanna a tre anni per l'ex assessore alla sanità Luca Barberini, un anno per Maurizio Valorosi ex direttore amministrativo dell'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia.

Secondo l’accusa gli imputati in associazione tra loro avrebbero commesso “una serie di delitti contro la pubblica amministrazione, nella specie abuso d’ufficio, rivelazione di segreti d’ufficio, peculato, falso ideologico e materiale” al fine di manipolare i “concorsi pubblici banditi dall’Azienda ospedaliera di Perugia e/o dall’Usl Umbria 1 per garantire la vittoria o il posizionamento ‘utile’ in graduatoria dei candidati preventivamente determinati dagli stessi associati”.

Per la Procura Marini, Bocci e Barberini avrebbero “creato una vera e propria rete di sistema” attraverso la quale condizionare “gran parte dei concorsi pubblici”, impartendo “direttive attraverso i vertici aziendali di nomina politica, affinché i concorsi pubblici venissero manipolati a favore dei candidati indicati da loro stessi”.

Tali ordini, sempre secondo la Procura, avrebbero raggiunto direttori e funzionari che dopo essersi “interfacciati” con i politici di cui sopra, avrebbero acquisito “dagli stessi i nominativi dei candidati segnalati ed indicandoli di volta in volta ai componenti delle Commissioni esaminatrici, in modo da consentire la vittoria o la collocazione utile in graduatoria”. Riconosciuta l'associazione a delinquere per Gianpiero Bocci, nonostante i pm avessero chiesto l'assoluzione.

Ventitré gli imputati per i quali i sostituti procuratori Abritti e Formisano hanno chiesto la condanna, con pene che vanno da un anno e quattro mesi di reclusione a tre anni e quattro mesi. La Procura di Perugia ha avanzato 23 richieste di condanna e 7 di assoluzione, per un totale di quasi 39 anni di reclusione. Per l'ex direttore amministrativo dell'ospedale di Perugia Maurizio Valorosi, la procura ha chiesto 4 mesi di condanna, per Maria Cristina Conte 2 anni e un mese, per Rosa Maria Franconi e Antonio Tamagnini entrambi 1 anno e 10 mesi, per Eleonora Capini 1 anno e 4 mesi, per Marco Cotone 1 anno e 6 mesi, per Patrizia Mecocci 1 anno e 7 mesi, per Walter Orlandi 1 anno e 7 mesi, per Vito Aldo Peduto 1 anno e 7 mesi, per Mario Pierotti 1 anno e 7 mesi, per Alessandro Sdoga 1 anno e 4 mesi, per Simonetta Tesoro 1 anno e 7 mesi, per Elisabetta Ceccarelli 1 anno e 4 mesi, per Tiziana Ceccucci 1 anno e 4 mesi, per Patrizia Borghesi 2 anni e 6 mesi, per Mauro Faleburle 18 mesi, per Massimo Lenti 1 anno e 8 mesi, per Antonio Tullio 1 anno e 7 mesi, per Alvaro Mirabassi 1 anno e mezzo. Le sette assoluzioni sono state chieste per Pasquale Coreno, Giuseppina Fontana, Milena Tomassini, Andrea Casciari, Potito D'Errico, Domenico Riocci e Brando Fanelli.

Per i giudici i comportamenti degli imputati sono stati giudicati punibili con le seguenti condanne: Catiuscia Marini 2 anni, Gianpiero Bocci 2 anni e 7 mesi, Maurizio Valorosi 1 anno, Luca Barberini 3 anni, Eleonora Capini 1 anno e 4 mesi, Marco Cotone 9 mesi e 10 giorni, Potito D’Errico 2 mesi, Rosa Maria Franconi 1 anno e 4 mesi, Patrizia Mecocci 1 anno e 4 mesi, Walter Orlandi 1 anno 9 mesi e 10 giorni, Mario Pierotti 1 anno 9 mesi e 10 giorni, Domenico Riocci 2 mesi, Alessandro Sdoga 1 anno e 4 mesi, Antonio Tamagnini 1 anno, Simonetta Tesoro 1 anno e 4 mesi, Elisabetta Ceccarelli 1 anno e 4 mesi, Patrizia Borghesi 2 anni, Mauro Faleburle 1 anno e 4 mesi, Massimo Lenti 1 anno e 4 mesi, Antonio Tullio 10 mesi, Alvaro Mirabassi 1 anno e 4 mesi.

Gli imputati erano difesi dagli avvocati Nicola Pepe, David Brunelli e Chiara Peparello, Alessandro Diddi, Francesco Falcinelli, Francesco Crisi, Riccardo Leonardi, Franco Libori, Maria Mezzasoma, Diego Ruggeri, Fulvio Carlo Maiorca, Marco Brusco, Delfo Berretti, Flavio Grassini, Luca Gentili, Claudio Lombardi, Manlio Morcella, Roberto Spoldi, Massimiliano Sirchi, Nicola Di Mario, Riccardo Leonardi, Nicodemo Gentile, Antonio Cozza, Anna Giulia Arena, Manuela Prudani, Lorenzo Filippetti, Edoardo Maglio, Roberto Bianchi, Barbara Mischianti, David Zaganelli, Emilio Bagianti, Fernando Mucci, Chiara Casaglia, Vincenzo Bochicchio, Marco Brambatti, Valeria Passeri, Barbara Di Nicola, Giuseppe Montone, Ilario Taddei, Giuseppe Valentino, Bruna Pesci, Giovanni Spina, Paolo Rossi, Vincenzo Perrone e Pasquale Perticaro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, inchiesta sanità: condannati Gianpiero Bocci, Catiuscia Marini e Luca Barberini
TerniToday è in caricamento