“Una rete per condizionare i concorsi”, su Sanitopoli spunta l’ipotesi della associazione per delinquere

Chiuse le indagini a carico di Marini, Bocci e Barberini, la procura: impartivano direttive affinché i concorsi pubblici venissero manipolati a favore dei candidati indicati da loro stessi

Quaranta pagine per descrivere i (presunti) comportamenti illeciti di 45 persone coinvolte nell’inchiesta sulla gestione dei concorsi nella sanità umbra.

È stato notificato oggi l’avviso di conclusione delle indagini da parte dei pubblici ministeri Mario Formisano e Paolo Abbritti a carico dell’ex governatrice Catiuscia Marini, dell’ex sottosegretario all’interno, Gianpiero Bocci e dell’ex assessore alla sanità, Luca Barberini, contestando il reato di associazione per delinquere.

Secondo la Procura di Perugia Marini, Barberini e Bocci avrebbero creato “una vera e propria rete di sistema attraverso cui condizionavano gran parte dei concorsi pubblici gestiti dall’Azienda ospedaliera di Perugia e da altre aziende sanitarie umbre, impartivano le direttive attraverso i vertici aziendali di nomina politica, affinché i concorsi pubblici venissero manipolati a favore dei candidati indicati da loro stessi”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Una parte dell’inchiesta è già finita in tribunale con il processo a carico di Gianpiero Bocci, Maurizio Valorosi ed Emilio Duca.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: “Siamo a Terni e non in qualche paese lontano da noi”. La foto scattata all’ospedale fa il giro del web

  • Coronavirus, sospese le lezioni per un’altra scuola di Terni tranne per una classe: “Una mattinata particolare”

  • Nuova ordinanza restrittiva: “Chiusura domenicale dei centri commerciali e attività di vendita. Limitazioni per cerimonie e stop allo sport”

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • "Indossate la mascherina str..zi”: delirio e risate a Radio Deejay. Lo spot in ternano di Francesco Lancia in soccorso del Governo

  • Arriva il dpcm di Conte, ma è scontro con le regioni. La Tesei pensa a un'ordinanza restrittiva

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento