L'Università di Perugia dopo il lockdown: cinque ragazzi laureati in presenza

Dopo i mesi di lockdown, video lezioni e discussioni di tesi da casa, l'Università di Perugia riapre i battenti per la laurea in presenza di cinque giovani. Il rettore Oliviero: “Un segnale di ripartenza per l’Ateneo e di speranza per i nostri giovani”.

Cinque studenti della facoltà di Giurisprudenza hanno partecipato il 7 lugio alla prima sessione di laurea in presenza per l’Università degli Studi di Perugia dopo l’emergenza Coronavirus. La discussione delle tesi è avvenuta nella Sala Lauree “Falcone Borsellino”, solo dopo una verifica delle condizioni tecniche necessarie per garantire il distanziamento sociale.

“Oggi vediamo una luce - dichiara con soddisfazione il rettore Maurizio Oliviero prima della sessione di laurea -. È una giornata speciale per i nostri giovani che raccolgono i frutti del loro intenso percorso di formazione e pongono le basi per una ricca attività professionale. Lo è altrettanto per il nostro Ateneo, perché attraverso di loro invia un messaggio di incoraggiamento a tutta la comunità studentesca in questa fase di graduale ripresa delle attività in presenza. Sono convinto - prosegue - che l’Università non può essere solo Università a distanza; l’Università è fatta di relazioni, è fatta di incontri, è fatta soprattutto di presenza. Gli eventi di questi mesi ci hanno insegnato che dobbiamo cambiare il nostro modo di pensare, di leggere la realtà e di essere società per costruire l’università del futuro” .

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma nella notte a Terni, commerciante trovato morto nel suo negozio

  • Coronavirus, scuole chiuse a Terni. La rabbia dei genitori: “Impossibile gestire la vita di una famiglia. Avvertiti troppo tardi”

  • Covid, le previsioni che spaventano: tra novembre e dicembre possibili più casi che nella fase 1

  • Primario del Santa Maria di Terni positivo al covid-19. Tamponi a tappeto

  • Risse per le strade di Terni e assembramenti in centro. Con il dpcm non cambia la musica

  • Terni a luci rosse, “lucciole” e trans venduti come schiavi del sesso: ecco l’operazione Doña Claudia

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TerniToday è in caricamento