rotate-mobile
Sabato, 15 Giugno 2024
Notizie dall'Umbria

Umbria, litiga con il compagno e si barrica in casa minacciando di uccidersi

Dopo ore di trattative la donna è uscita di casa e ha provato ad aggredire a coltellate i carabinieri. Accaduto a Piegaro

Aveva litigato con il compagno e minacciava di farla finita. L’allarme è scattato nel tardo pomeriggio di ieri quando l’uomo ha contattato il numero unico di emergenza. I carabinieri di Città della Pieve sono intervenuti a Piegaro, Vocabolo Fibbino, in una struttura ricettiva, di proprietà dell’uomo, dove la coppa vive. I militari, intervenuti sul posto, avevano appurato che la donna – la quale ha anche asserito di essersi recentemente sottoposta ad una interruzione di gravidanza – si trovava in evidente stato di alterazione, tanto che nonostante la presenza dei carabinieri ha versato del liquido infiammabile sul pavimento della cucina dell’agriturismo, senza però riuscire nell’intento di dargli fuoco.

Subito dopo, impossessatasi di alcuni grossi coltelli da cucina, ha raggiunto l’appartamento posto al terzo piano della struttura, chiudendosi al suo interno e minacciando di togliersi la vita qualora qualcuno avesse cercato di avvicinarsi. La situazione, nonostante i numerosi tentativi di riportarla alla normalità, è rapidamente degenerata e la donna ha continuato a minacciare di ferirsi con i coltelli e sporgendosi dalla finestra dell’abitazione, minacciando di gettarsi nel vuoto. In via precauzionale, sono intervenuti anche i sanitari del 118 e i vigili del fuoco di Perugia.

In tarda serata, grazie alla lunga interlocuzione avviata dal militare specializzato “negoziatore” del Reparto operativo del comando provinciale insieme al comandante della stazione di Piegaro, la donna è stata convinta ad uscire dai locali all’interno dei quali si era barricata.

Quest’ultima però, quando è uscita dal fabbricato e ha raggiunto il giardino della struttura ricettiva, ha impugnato un coltello cercando di scagliarsi verso i carabinieri, che l’hanno disarmata ed immobilizzata, fortunatamente senza nessun ferito.

La trentaduenne a quel punto è stata accompagnata dai sanitari del 118 presenti sul posto, e trasportata a mezzo ambulanza presso l’Ospedale di Perugia dove è stata sottoposta all’Aso (accertamento sanitario obbligatorio) con conseguente ricovero volontario presso il reparto di psichiatria per gli accertamenti del caso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Umbria, litiga con il compagno e si barrica in casa minacciando di uccidersi

TerniToday è in caricamento