rotate-mobile
Venerdì, 2 Dicembre 2022
Notizie dall'Umbria

Mangia un wurstel e contrae la listeriosi: 30enne in terapia intensiva a Perugia

Dopo l'allarme del Ministero della Salute, diversi lotti di wurstel confezionati sono stati ritirati in tutta Italia

E' stato trasferito nel reparto di terapia intensiva il trentenne che, alcuni giorni fa, era stato ricoverato all'ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia dopo che aveva contratto la listeriosi. Nelle ultime ore le condizioni del tifernate sarebbero peggiorate ed è stato necessario portare il giovane nel reparto di terapia intensiva.

Il trentenne era arrivato in ospedale di Città di Castello con difficoltà di movimenti alle gambe e altre problematiche. I medici lo hanno così sottoposto a tutti gli esami del caso: alcune analisi avrebbero evidenziato la presenza di listeriosi: di qui il trasferimento del giovane a Perugia dove si trova ricoverato.

Anche in Altotevere, dunque, si registra un caso di listeriosi legata ai wurstel, dopo sei morti e decine di ricoveri.

L'allarme era stato lanciato nei giorni scorsi dal Ministero della salute. "Resta alta l'attenzione a seguito dell'aumento di casi clinici di listeriosi alimentare registrati in diverse regioni italiane, dovuti alla contaminazione di alimenti da parte del batterio Listeria". Nel frattempo, sono stati ritirati alcuni lotti, identificabile con il bollo Ce It 04 M e data di scadenza fino al 5 dicembre 2022 compreso. Nella nota il ministero evidenzia come si tratti di una ''decisione presa esclusivamente a titolo precauzionale, in quanto l'erronea conservazione del prodotto e il mancato rispetto delle indicazioni di cottura riportate in etichetta potrebbero rendere l'alimento non idoneo al consumo sotto l'aspetto microbiologico".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mangia un wurstel e contrae la listeriosi: 30enne in terapia intensiva a Perugia

TerniToday è in caricamento