rotate-mobile
Notizie dall'Umbria

Medico assente per malattia ma era in volo per il Brasile. Sotto processo per truffa

L'uomo incastrato da una segnalazione anonima e dai controlli della Polizia che hanno accertato il viaggio grazie ai timbri sul passaporto.

Il certificato medico attestava una malattia e un periodo di assenza dal lavoro per riposo per almeno venti giorni. Un dottore, all’epoca in servizio all’ospedale di Città di Castello, ha preso alla lettera quel “riposo”, visto che per la Procura di Perugia sarebbe volato in Brasile.

L’uomo, difeso dall’avvocato Chiara Camilletti, è accusato di truffa per essere andato all'estero, approfittando di un periodo di riposo dal lavoro non dovuto. Secondo l’accusa non c’era alcuna malattia e, quindi, nessun impedimento per continuare a svolgere il suo ruolo di medico dell'Azienda sanitaria.

La vicenda era iniziata con una segnalazione anonima ai vertici ospedalieri con la quale venivano forniti elementi sull’anomala assenza del professionista. Voci e foto di un viaggio in Brasile, al sole e sulle spiagge tra le più belle del mondo. La direzione dell’ospedale di Città di Castello aveva svolto degli accertamenti e segnalato la cosa al Commissariato di Polizia e alla Procura di Perugia.

Il professionista, in base agli accertamenti effettuati e alle perquisizioni chieste e ottenute dalla Procura della Repubblica, si sarebbe recato all'estero durante un periodo di assenza dal lavoro per malattia.

Constatato che l'uomo aveva lasciato effettivamente l'Italia, la Procura ha ottenuto un mandato di perquisizione che ha permesso agli agenti di trovare conferma al viaggio di piacere all'estero, periodo confermato dai timbri di uscita e di ingresso italiani e quelli del Brasile sul passaporto, oltre ad altri documenti che ne provavano il periodo di assenza.

L’udienza di oggi è stata rinviata per un difetto di notifica alle parti e fissata all’8 luglio prossimo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Medico assente per malattia ma era in volo per il Brasile. Sotto processo per truffa

TerniToday è in caricamento